Latte detergente viso: cos’è e come sceglierlo

latte-detergente-viso

Quale latte detergente usi per il viso? I detergenti in commercio non danno sempre effetti benefici per la pelle: alcuni sono troppo duri e potrebbero screpolare la pelle del viso. Hai mai pensato di usare un latte detergente?

Prima di tutto ti diciamo che non si tratta di vero latte, ma di un’emulsione naturale. Si chiama latte perché ha la consistenza e il colore del latte. Vediamo ora nel dettaglio questo prodotto, quando e come usarlo e quale scegliere.

Cos’è il latte detergente?

Abbiamo accennato che il latte detergente è un’emulsione, una lozione leggera composta di grassi e acqua, che non contiene sostanze chimiche aggressive o sapone. Rimuove le impurità della pelle, ma senza eliminarne i suoi oli naturali. La pelle, quindi, dopo la pulizia con questo prodotto, rimane idratata, pulita, fresca e protetta.

Il latte detergente si rivela efficace per rimuovere dalla pelle del viso trucco e sporcizia accumulatasi durante la giornata e è adatto per qualsiasi pelle, da normale a mista, proprio perché è delicato e ha molte proprietà lenitive, rigeneranti e idratanti.

Quando usare il latte detergente?

Essendo delicato, puoi usarlo sia la mattina sia la sera.

  • Al mattino: applicato sul viso al risveglio elimina i segni lasciati dal sonno e lascia la pelle fresca e protetta, in grado di accogliere il trucco e affrontare la giornata.
  • Alla sera: elimina invece le tracce di sporco accumulatesi tutto il giorno, il sudore, la polvere e il trucco.

Può essere usato quotidianamente?

Sì, perché è appunto un prodotto delicato. Anzi, è utile usare il latte detergente tutti i giorni per garantire alla tua pelle un’accurata pulizia e prevenire i normali segni di invecchiamento.

I vari tipi di detergente viso

In commercio – farmacia, profumerie, negozi online – esistono diverse tipologie di latte detergente. Le abbiamo suddivise sia in base alla consistenza sia in base alle azioni che svolgono sulla pelle.

Puoi scegliere il latte detergente in base alla consistenza che preferisci:

  • Crema: è il latte più usato per la sua semplicità di utilizzo e è indicato per pelli secche e normali. Si può applicare con le dita, massaggiando delicatamente il viso e poi rimuovendo lo sporco con il cotone.
  • Liquida: si usa applicando una piccola quantità del prodotto su un batuffolo o un dischetto di cotone.
  • Lozione: è considerato un semi-liquido, è un prodotto leggero che si assorbe facilmente, indicato per pelli sensibili e da normali a leggermente secche.
  • Gel: è più leggero del latte in crema e più adatto per pelli grasse o pelli impure (acne, brufoli, macchie, punti neri e bianchi).
  • Schiuma: è un prodotto nuovo. Si trova sotto forma di fluido, che assume consistenza schiumosa quando è applicato sulla pelle. Indicato per pelli miste o grasse.
  • Salviette: non è molto consigliato. Si tratta di salviette imbevute di latte detergente, talvolta assieme a tonico e struccante. Trovano utilità nei viaggi, per limitare gli oggetti da mettere in valigia. Ma per un uso quotidiano è meglio scegliere un latte fra le altre tipologie esposte.

Oppure sceglierlo in base alle funzioni svolte:

  • Delicato: è adatto specialmente per pelli sensibili, pulisce a fondo senza creare arrossamenti o irritazioni.
  • Idratante: indicato per pelli secche, deterge e idrata la pelle, rispettandone il pH naturale.
  • Latte detergente con collagene: è un latte che contiene un importante principio attivo – il collagene, appunto – una proteina contenuta nella pelle, la cui produzione diminuisce con l’età e va reintegrata. Il latte al collagene è ideale quindi per pelli secche, mature, disidratate.
  • Detossinante: è un prodotto che elimina le tossine che si formano sulle cellule dell’epidermide, purificando la pelle e lasciandola luminosa.
  • Latte detergente termale: è un latte lenitivo, che mantiene l’equilibrio naturale della pelle. Contiene ingredienti che ridonano alla pelle freschezza.

Come usare il latte detergente per i vari tipi di pelle?

Abbiamo detto che è una lozione delicata e può essere applicato su qualsiasi tipologia di pelle. Ma sappiamo anche che ogni tipo di pelle (secca, grassa, mista, impura, sensibile) ha le sue caratteristiche e le sue necessità.

  • Pelle secca: il latte, oltre a pulire, idrata la pelle. Per le pelli secche, quindi, si può usare 2 volte al giorno, la sera per eseguire un’approfondita pulizia del viso e la mattina prima di uscire.
  • Pelle mista: usalo la sera. Al mattino pulisci il viso con un detergente delicato.
  • Pelle sensibile: usalo soltanto una volta al giorno, la sera, per la pulizia da trucco e sporcizia.
  • Acne: anche in questo caso la pelle è delicata, quindi è bene applicarlo soltanto una volta al giorno, di sera.
  • Pelle abbronzata: puoi usarlo due volte al giorno, mattino e sera. Il latte allevierà la sensazione di bruciore e lenirà la tua pelle, levigandola e proteggendola dai raggi solari.

Come funziona il latte detergente?

Anche se è un prodotto delicato e dermatologicamente testato, questo latte riesce a rimuovere lo sporco, le cellule morte dell’epidermide e l’eccesso di sebo, pulendo in profondità i pori della pelle.

Inoltre ripristina l’equilibrio idrico e il pH della pelle.

Come applicare il latte detergente?

L’uso di un latte detergente viso dovrebbe diventare parte della tua routine per la cura della pelle viso. Ma come va applicato?

Ecco i passi da seguire per una buona pulizia del viso con il latte detergente:

  1. Lavati prima le mani per rimuoverne le impurità e non trasferire alcun germe sul viso.
  2. Prendi una piccola quantità di latte sul palmo della mano (ma scalda le mani, strofinandole o sciacquandole con acqua calda) e massaggia delicatamente sulla pelle umida, con movimenti circolari, per un paio di minuti, specialmente su collo, mento, fronte e guance, coprendo tutte le aree. In genere la prima pulizia si esegue per rimuovere il trucco e lo strato superiore di sporco. Puoi anche applicare il latte su un dischetto di cotone, eseguendo gli stessi movimenti.
  3. Esegui una seconda pulizia per consentire al detergente di pulire in profondità i pori, prevenire l’insorgenza di macchie e lenire la pelle.
  4. Sciacqua con acqua tiepida e asciuga la pelle con un panno morbido e pulito.

I benefici del latte detergente viso

L’azione benefica del latte detergente non si limita alla sola pulizia del viso, ma dà alla pelle una serie di importanti benefici:

  • Pulisce a fondo la pelle rimuovendo delicatamente il trucco e le impurità.
  • Idrata la pelle, neutralizzando gli effetti di essiccazione dovuti all’acqua dura.
  • Regola l’equilibrio lipoidrico della pelle.
  • Migliora l’elasticità della pelle.
  • È un efficace detergente notturno e aiuta a rafforzare e rinvigorire la pelle.
  • Mantiene il pH dell’epidermide entro limiti normali.
  • Previene l’invecchiamento precoce e ritarda il naturale invecchiamento della pelle.
  • Lascia una carnagione chiara e pura.

Latte detergente per il viso

È particolarmente indicato per la pelle del viso: come abbiamo visto, elimina le tracce di sporcizia che normalmente si accumulano durante il giorno, pulisce a fondo la pelle dall’eccesso di sebo, elimina anche tracce di trucco e lascia la pelle fresca dopo una notte di sonno.

Una delle funzioni principali del latte detergente per il viso è quindi liberare la pelle dalle varie impurità, penetrando a fondo ma senza irritare né alterare le caratteristiche dell’epidermide e i valori del suo pH.

Miglior latte detergente

Quali caratteristiche e proprietà deve possedere un buon latte detergente?

  • Deve poter rimuovere ogni tipo di impurità: trucco, sebo e sporco.
  • Non deve interrompere l’equilibrio naturale della pelle.
  • Utilizzabile per qualsiasi tipo di pelle, anche le più delicate.
  • La pelle deve risultare rinfrescata, luminosa, pulita e ringiovanita.
  • Possedere proprietà lenitive e ridurre i segni di arrossamento e irritazione.
  • Proteggere la pelle dalle sostanze aggressive dell’ambiente esterno.
  • Deve essere soprattutto delicato, da potersi usare quotidianamente.

Latte detergente viso e tonico

Molte si chiedono quale sia la differenza fra il latte detergente e il tonico e quale dei 2 prodotti usare prima. Cambia davvero qualcosa se si applica un tonico prima di pulire il viso con un latte detergente? Oppure è meglio iniziare con uno scrub esfoliante?

Per quanto tu possa usare ottimi prodotti, l’ordine in cui vengono applicati ha molta importanza. Esiste cioè una sorta di priorità, che ti garantisce la complessiva efficacia dei prodotti che applichi sulla tua pelle.

Che cos’è un tonico?

Il tonico è un liquido che si assorbe e aiuta a rimuovere lo sporco in eccesso, tracce di sebo, trucco, in più aiuta a bilanciare il pH della pelle. Un tonico per il viso pulisce a fondo la pelle, rimuovendone le cellule morte. Aiuta anche la pulizia dei pori.

Dovresti iniziare la pulizia del viso con un latte detergente, che rimuove a fondo trucco e sporcizia e altre impurità, perché rappresenta il primo passo della tua routine quotidiana per la cura della pelle.

A seguire applica un tonico. Una volta che la pelle è adeguatamente pulita, è pronta per ricevere i benefici di altri prodotti adatti. Il tonico agisce come una pulizia avanzata della pelle, oltre a fornire uno strato di protezione.

Dopo aver usato il latte detergente e aver asciugato la pelle, applica il tonico. Non attendere troppo tempo, l’efficacia del tonico è massima adesso che hai appena pulito la pelle, perché questa è più assorbente (hai rimosso lo strato di sporco, trucco e cellule morte).

Prendi una generosa dose di tonico per la pelle su un batuffolo o un dischetto di cotone, passalo con delicatezza sul viso, concentrandoti di più sulle aree più problematiche, generalmente i lati del naso e la zona T.

Una buona regola da seguire è:

  1. Detergere
  2. Tonificare
  3. Idratare

Tre fasi per una perfetta cura del tuo viso e della tua pelle. Sono 3 passaggi per una routine di base.

Come riconoscere un latte detergente delicato?

Se stai cercando un latte detergente delicato, significa che hai una pelle sensibile. Quali caratteristiche deve quindi riscontrare?

Oltre a svolgere la sua normale azione pulente, deve essere anche idratante e lenitivo. Deve donare alla pelle un velo di luminosità e freschezza, lasciando una sensazione di comfort, con principi attivi che assicurino ogni giorno alla pelle morbidezza, mantenendone inalterati i valori del pH.

Latte detergente alla bava di lumaca

Questo tipo di prodotto è un latte detergente biologico, che contiene bava di lumaca e una serie di principi attivi benefici per la pelle.

Le proprietà della bava di lumaca per la pelle sono molteplici:

  • Idratante: favorisce l’ossigenazione e l’idratazione dei tessuti.
  • Nutriente: è ricca di vitamine, proteine e aminoacidi essenziali, quindi rappresenta un ottimo integratore per la pelle.
  • Purificante: contiene peptidi e acido glicolico, sostanze che impediscono l’accumulo di impurità e ne facilitano l’eliminazione.
  • Antiossidante: è ricca di vitamina C, che contrasta l’azione dei radicali liberi.
  • Antirughe: rallenta il progressivo invecchiamento della pelle, rende i tessuti più tonici ed elastici, allevia le rughe, riduce macchie e cicatrici.
  • Esfoliante: contiene acido glicolico, una sostanza che esfolia delicatamente lo strato superficiale della pelle e stimola la formazione di collagene.

Attivi del latte detergente viso alla bava di lumaca e loro proprietà

  • Acido ialuronico con 3 pesi molecolari: è una sostanza presente naturalmente nella nostra pelle, che trattiene l’acqua e aiuta a mantenere la pelle idratata. Ha anche benefici anti-invecchiamento, riduce le rughe, dona alla pelle morbidezza e tono. Ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.
  • Olio di vite rossa: è l’olio di vinaccioli, un sottoprodotto della vinificazione. Dopo la spremitura dell’uva si estrae quest’olio dai semi (i vinaccioli, appunto). L’olio contiene vitamina E e acidi grassi omega-6, che combattono i radicali liberi e i fattori ambientali come inquinamento e raggi UV. L’olio idrata la pelle, ha effetti benefici contro l’acne e schiarisce la pelle.
  • Olio di mandorla: è innanzitutto ottenuto dalle mandorle dolci. È un olio ricco di vitamine E e A, di acidi grassi monosaturi, di minerali come zinco e potassio e di proteine. L’olio di mandorle ha proprietà lenitive (contro eczemi, eruzioni cutanee e esposizione al sole), riduce le occhiaie, è antinfiammatorio, migliora il tono della carnagione, ha effetti benefici anche sulla pelle con acne, previene e riduce le smagliature, leviga la pelle.
  • Olio di riso: si tratta dell’olio della crusca di riso e viene usato per ridurre le imperfezioni della pelle. È estratto dal seme e dal guscio del riso. L’olio di riso contiene acidi grassi ricchi di Omega 3 e 9. È un ottimo idratante.
  • Olio di argan: è prodotto dall’estratto dei semi del frutto dell’albero di argan, una pianta che cresce nell’area sudoccidentale del Marocco. Era usata dalla popolazione locale per trattare i problemi della pelle, come psoriasi, eczemi, rughe. L’olio di argan, infatti, rende la pelle più morbida ed elastica, migliorandole l’idratazione.
  • Estratti naturali con azione protettiva

  • Estratto biologico di achillea: proveniente dall’Achillea millefolium (Achillea millefoglie), è usato nel trattamento di pelli grasse e con acne. È anche un lenitivo contro le irritazioni e le lievi eruzioni cutanee. È anche usato per la secchezza della pelle.
  • Estratto biologico di calendula: proviene dai fiori della Calendula officinalis, un’erba officinale utilizzata in erboristeria. L’olio di calendula ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. È usato per migliorare la qualità e l’aspetto della pelle. Protegge dai danni dei raggi solari, riduce arrossamenti e lividi.