Cellulite: cos’è, cause, sintomi e prevenzione

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è un inestetismo cutaneo provocato da numerosi e differenti processi che interessano non solo il tessuto adiposo (grasso), ma anche il sistema circolatorio (microcircolo) e la pelle in superficie.

La cellulite è un inestetismo prevalentemente femminile che interessa gli arti inferiori (fianchi, glutei, cosce e ginocchia), ma anche l’addome e, in rari casi, gli arti superiori.

Colpisce indipendentemente dall’età e dalla forma fisica.

La pelle con cellulite è caratterizzata da fossette irregolari: da qui la classica definizione di “pelle a buccia d’arancia”.

Quali sono le cause della cellulite?

Molti sono i fattori all’origine di questo fastidioso inestetismo. Tra di essi ce ne sono alcuni definiti “fattori predisponenti”, come ad esempio:

  • Fattori genetici: attività ormonale, fragilità capillare o cattiva circolazione.
  • Fattori ormonali: eccessiva attività degli estrogeni che comporta la ritenzione idrica.
  • Cause vascolari: rallentamento del circolo sanguigno.

Ce ne sono poi altri definiti “fattori scatenanti”, come ad esempio:

    • Stress. Uno stile di vita frenetico o lo scarso riposo notturno non aiutano sicuramente al benessere generale del nostro organismo.
    • Cattive abitudini alimentari. Un’alimentazione ricca di grassi e zuccheri e l’abuso di sostanze alcoliche sovraccaricano l’organismo di scorie e peggiorano l’inestetismo della cellulite.
    • Cattive abitudini comportamentali. Stare seduti a gambe incrociate per molto tempo, indossare vestiti troppo stretti, indossare spesso i tacchi alti sono comportamenti che peggiorano il microcircolo e influiscono sulla cellulite.
  • Stile di vita sedentario. L’assenza di attività fisica influisce negativamente sullo stato generale del nostro corpo e, in particolar modo, sulla cellulite.
  • Assunzione della pillola contraccettiva.
  • Gravidanza. Periodo di “rivoluzione” ormonale e di grandi cambiamenti fisici che, spesso, porta alla comparsa, o al peggioramento, della cellulite.
  • Aumento di peso e, soprattutto , l’effetto yo-yo (la continua alternanza tra peso-forma e sovrappeso) sono un grande stress per il corpo, che si ripercuote sul benessere generale del fisico, sulla pelle e sugli inestetismi della cellulite.

Ritenzione idrica o cellulite? Ecco le differenze

Ritenzione idrica e cellulite spesso vengono utilizzate come sinonimi, ma non rappresentano lo stesso problema. La ritenzione idrica è la tendenza delle cellule a trattenere liquidi, tossine e sali.

Quindi è un gonfiore che si manifesta in modo particolare su:

  • Addome
  • Fianchi
  • Caviglie
  • Busto
  • Braccia
  • Viso

Se soffri di ritenzione idrica, quando premi con le dita la parte interessata, si forma un piccolo alone bianco che di solito scompare dopo pochi secondi.

La cellulite, invece, si manifesta in modo più marcato su cosce e glutei. Le parti del corpo in cui la cellulite è presente:

  • sono fredde al tatto, a causa di un microcircolo sanguigno non perfetto;
  • hanno la pelle di un colorito spento.

Se premi i tessuti con le dita, l’alone bianco impiega un po’ di tempo a scomparire.

In linea generale chi presenta l’inestetismo della cellulite soffre anche di ritenzione idrica. Ci sono poi pochissime donne fortunate che presentano ritenzione idrica, ma non hanno cellulite.

La cellulite cambia nel tempo?

Quasi la totalità delle donne conosce da vicino questo fastidioso inestetismo che si presenta molto spesso già in giovane età. Se non trattato, evolve nel tempo: da leggero inestetismo diventa davvero difficile da trattare e, soprattutto, da eliminare.

Possiamo, in generale, suddividere l’evolversi dell’inestetismo della cellulite in 4 stadi.

1° stadio

Iniziano ad accumularsi i liquidi e compare la pelle a buccia d’arancia, visibile però solamente pinzando la pelle tra le mani. Questo è il momento per iniziare a trattare la cellulite per evitare che peggiori.

2° stadio

Rallenta la circolazione e si forma l’edema, cioè un accumulo di liquidi che non viene drenato e si vede anche premendo un dito sulla parte interessata. Esteticamente compare la “pelle a materasso”, con le tipiche “fossette” che caratterizzano la cellulite.

3° stadio

Il tessuto connettivo aumenta, si indurisce il tessuto adiposo e la cute perde elasticità. Questo stadio è caratterizzato dall’aspetto della cute a buccia d’arancia, visibile anche senza pinzare la pelle tra le dita o tra le mani.

4° stadio

La pelle a materasso è sempre più evidente, il tessuto diventa duro, privo di acqua, e nascono noduli di grandi dimensioni, mentre la superficie cutanea è dolente e fredda. Cerca di non arrivare a questo stadio, molto difficile da trattare.

La cellulite non è uguale per tutte le donne

La cellulite non si presenta sempre uguale su tutte le donne.

Vediamo in che forme può presentarsi:

  • Cellulite compatta: tipica di persone molto giovani e quasi totalmente invisibile. Diventa evidente solo pinzando la pelle e gode dei migliori margini di miglioramento. Colpisce anche soggetti in buona forma fisica e con una muscolatura tonica poco mobile.
  • Cellulite molle o flaccida: si localizza all’interno delle cosce e delle braccia. Nei tessuti colpiti si nota la fluttuazione della parte durante la deambulazione oppure passando dalla posizione distesa a quella eretta.
  • Cellulite edematosa: caratterizzata dalla presenza di ristagno liquido che conferisce ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso e causa dolore al tatto. Si associa spesso a quella compatta. È sempre associata a una cattiva circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori. È molto dolorosa al tatto.

Un corretto stile di vita come prevenzione della cellulite

Molti dei fattori che causano la cellulite, soprattutto quelli predisponenti, sono fuori dal nostro controllo.

Non possiamo fare nulla sulle cause genetiche o famigliari, ma possiamo intervenire su due importanti fattori che influiscono negativamente sulla cellulite: la ritenzione idrica e la cattiva circolazione.

Quindi, cosa possiamo fare concretamente?

È necessario adottare uno stile di vita corretto che preveda:

  • un’alimentazione sana, regolare ed equilibrata, con un adeguato apporto di frutta e verdura e la limitazione di sale e di tutti gli alimenti che possono provocare ritenzione idrica;
  • evitare indumenti troppo attillati che possono ostacolare la circolazione sanguigna;
  • limitare il sovrappeso, attraverso una dieta povera di grassi e zuccheri;
  • praticare una costante e regolare attività fisica;
  • evitare di mantenere troppo a lungo posizioni errate, come le gambe accavallate;
  • bere molta acqua durante il giorno, per aiutare l’eliminazione dei liquidi;
  • evitare l’abuso di fumo, alcol e bevande zuccherate che aumentano la ritenzione idrica e peggiorano la circolazione;
  • non usare tacchi troppo alti e scarpe troppo strette, perché potrebbero ostacolare la normale circolazione sanguigna.

Uno stile di vita che adotti tutte queste semplici regole è la base per una “sana” lotta contro gli inestetismi della cellulite.

Lo sport come alleato contro la cellulite

La vita sedentaria è la migliore amica della cellulite, mentre lo sport è un alleato insostituibile nella lotta contro questo inestetismo.

Abbandonare la vita sedentaria e iniziare a dedicare almeno 1 ora per 3 giorni a settimana a un allenamento è ciò che serve per cominciare a vedere i cambiamenti nel nostro corpo.

Fra tutti gli sport, particolarmente indicato è il nuoto, soprattutto il nuoto con le pinne: è uno sport completo e stimola efficacemente la circolazione delle gambe. Consigliata anche la camminata veloce all’aria aperta o una bella pedalata.

Per un trattamento d’urto, invece, meglio puntare su un allenamento mirato per gambe e glutei, da fare in palestra con pesi e attrezzi, così da stimolare al massimo le zone colpite dalla cellulite.

La cellulite in gravidanza

Durante la gravidanza è altamente probabile che la cellulite peggiori (se già presente) o faccia la sua comparsa per la prima volta: questo è dovuto, soprattutto, al cambiamento dell’equilibrio ormonale.

Anche la tendenza a condurre una vita più sedentaria è tra i fattori che influiscono sulla comparsa della cellulite.

Il consiglio fondamentale, ancora una volta, è quello di limitare al massimo i cibi che possono favorire la ritenzione idrica o l’aumento di peso.

L’attività fisica consigliata in questa fase è quella a bassa intensità, ma costante: lunghe passeggiate o nuotate. Molto efficaci sono i corsi di ginnastica in acqua specifici per le gestanti.

Durante la gravidanza è possibile utilizzare creme, che non contengano però ormoni tiroidei o iodio, che potrebbero interferire con il metabolismo tiroideo. Via libera invece a creme e olii con formule semplici, che idratano e mantengono l’elasticità dei tessuti, come l’olio di mandorle dolci o l’olio di germe di grano, che proteggono anche dalle smagliature.

Consigliamo sempre, comunque, di chiedere consiglio al proprio ginecologo, che saprà valutare ogni situazione e consigliare per il meglio.

Un ultimo suggerimento è quello di indossare appositi collant a compressione graduata: favoriscono la circolazione del sangue e donano un senso di leggerezza alle gambe.

Il massaggio per la cellulite

Il massaggio manuale è uno dei trattamenti più indicati per combattere la cellulite, perché stimola la microcircolazione, favorisce il drenaggio delle tossine e modella la figura. Non ha particolari controindicazioni perché è un trattamento “superficiale” e non invasivo.

I massaggi più indicati sono quelli ad azione drenante, che agiscono sul circolo linfatico stimolando e velocizzando la rimozione delle scorie.

Tra i più efficaci massaggi contro la cellulite ci sono:

  • Linfodrenaggio: agevola il flusso dei liquidi in eccesso. È un massaggio consigliato soprattutto quando la cellulite è nella sua fase iniziale.
  • Massaggio emolinfatico drenante: utilizzato per stimolare la circolazione sanguigna e la circolazione linfatica.
  • Massaggio connettivale: è una terapia d’urto su pelle a buccia d’arancia e cuscinetti di grasso. Questo messaggio profondo riattiva i tessuti e scioglie i blocchi di cellulite, stimolando contemporaneamente la circolazione.

Tutti questi massaggi dovranno essere eseguiti da estetiste o massaggiatrici esperte, che sapranno anche consigliare quante volte a settimana e per quanto tempo dovrà durare il ciclo di massaggi.

L’automassaggio contro la cellulite

Molto utile è anche l’automassaggio che possiamo fare autonomamente e comodamente a casa.

Prima di tutto abbiamo bisogno di una buona crema anticellulite, poi di seguire questi piccoli accorgimenti:

  • Fare una doccia, così che la pelle risulti libera da impurità e dai residui di una crema precedentemente applicata.
  • Iniziare il massaggio dal basso verso l’alto, dai polpacci alla zona delle cosce. Il consiglio è quello di procedere in direzione del cuore, quindi con movimenti a salire, per favorire la circolazione. È bene insistere sulla zona che va dal ginocchio alle cosce, perché è lì che si concentra maggiormente la cellulite.
  • In caso di cellulite anche sulla pancia, il massaggio in questa zona dovrà essere leggero e circolare.
  • Nei punti più critici è possibile utilizzare le nocche per ottenere un massaggio più efficace, sempre stando però ben attente a non esercitare troppa pressione per evitare sensazioni dolorose.

Il segreto dell’automassaggio sta nella costanza dell’esecuzione: fate entrare il massaggio nella vostra beauty routine quotidiana.

Rimedi naturali per la cellulite

Esistono rimedi naturali per combattere l’inestetismo della cellulite?

Sicuramente i rimedi naturali migliori sono due:

  1. Seguire un’alimentazione sana, povera di grassi e sale, ricca di fibre e acqua. consigliamo di introdurre nella propria alimentazione il consumo di frutti di bosco: sono ricchi di sostanze che migliorano la circolazione sanguigna.
  2. Evitare uno stile di vita sedentario e praticare una sana e regolare attività fisica.

A queste due semplice regole possiamo affiancare l’abitudine di bere delle tisane. Le tisane, oltre a essere ricche di sostanze importanti per l’organismo, sono un ottimo modo per bere di più durante la giornata e favorire il processo di diuresi, drenando i liquidi in eccesso, e ripulire l’organismo dalle scorie.

Le tisane

Quali tisane scegliere? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Tisana alla betulla e finocchio: le foglie di betulla sono indicate per combattere la ritenzione dei liquidi, mentre i semi di finocchio hanno una potente azione sgonfiante.
  • Tisana alla vite rossa: le sue foglie sono celebri per le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Per quanto riguarda la cellulite, la sua azione più importante è quella vaso-protettrice, di tutela del sistema circolatorio e tonificazione dei vasi sanguigni.
  • Tisana alla ciliegia: questo frutto è famoso per le sue proprietà diuretiche e disintossicanti.
  • Tisana al tarassaco: erba con proprietà depurative e antinfiammatorie. Favorisce l’eliminazione delle scorie.

Scegli quella migliore per te, ma ricorda di non aggiungere zucchero o altri dolcificanti.

Il caffè e la caffeina

Un altro aiuto naturale ci viene dal caffè. Questa bevanda è nota per le sue molteplici proprietà e moltissime creme anticellulite presenti sul mercato contengono, tra i loro ingredienti, la caffeina, molto efficace perché aiuta a drenare i liquidi in eccesso e a stimolare il metabolismo.

Quindi, invece di buttare i fondi del caffè, perché non utilizzarli per fare uno scrub fatto in casa?

Realizzare uno scrub in casa è semplicissimo: è sufficiente mescolare i fondi di 3 o 4 caffè con olio di cocco o di mandorla. Il composto non dovrà essere secco, ma denso e umido.

Applicare lo scrub sulle gambe e massaggiare con movimenti circolari. Lasciare in posa per qualche minuto, poi risciacquare con abbondante acqua tiepida. Applicare poi una crema idratante o anticellulite.

Quali sono i trattamenti per una cellulite avanzata?

Per trattare una cellulite che si presenta a uno stadio avanzato bisogna affidarsi a “trattamenti d’urto”, che possono essere più o meno invasivi. Sono trattamenti da effettuare presso un centro estetico o presso uno studio medico specializzato.

Vediamone alcuni di tipo invasivo:

  • Mesoterapia: tecnica utilizzata sia in medicina che in estetica, basata sull’iniezione sottocutanea di particolari farmaci, scelti in base al problema da risolvere. Sono utili contro la cellulite perché favoriscono la circolazione sanguigna e linfatica, restituendo alla pelle morbidezza e tonicità.
  • Carbossiterapia: utilizza iniezioni sottocutanee di anidride carbonica medicale allo stato gassoso direttamente nelle aree interessate per aumentare la circolazione sanguigna e dilatare i vasi sofferenti.
  • Microterapia: si basa su microiniezioni superficiali di una soluzione ipersalina, capace di richiamare per osmosi i liquidi ristagnanti, che vengono poi espulsi attraverso le urine.
  • Intralipoterapia: infiltrazione, all’interno del tessuto adiposo sottocutaneo, di una soluzione iniettabile che causa la lisi delle cellule adipose, che verranno poi smaltite attraverso le urine.

Esistono, inoltre, molti altri trattamenti medicali non invasivi per trattare la cellulite, tra cui:

  • Linfodrenaggio: massaggio che favorisce il drenaggio dei liquidi linfatici dai tessuti.
  • Elettrolipolisi: utilizzo di placche e di bassa tensione che stimola la pelle e “distrugge” gli accumuli di grasso.
  • Cavitazione: sfrutta le proprietà degli ultrasuoni a bassa frequenza che sono in grado di distruggere le cellule adipose, i “mattoncini” che compongono gli accumuli di grasso.
  • Radiofrequenza: tecnica che utilizza il riscaldamento profondo e controllato degli strati di grasso sottocutanei per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica.
  • Cellfina: metodo innovativo per trattare la cellulite che presenta “buchi”. Consiste nell’utilizzo di un macchinario capace di recidere in modo preciso e controllato i setti fibrosi che causano appunto i “buchi” della cellulite.
  • Vacuum terapia: tecnica che agisce mettendo “sottovuoto” le aree da trattare. In questo modo si contribuisce a far affluire più sangue e migliorare la circolazione.

Ricordiamoci sempre di affidarci a uno specialista, che saprà valutare lo stato dell’inestetismo e consigliare il trattamento migliore.

Quali trattamenti anticellulite puoi fare a casa?

Il trattamento che tutte le donne possono tranquillamente fare a casa è applicare con costanza una buona crema anticellulite. È consigliabile applicare la crema almeno una o due volte al giorno, preferibilmente mattino e sera, dopo una doccia tiepida, perché la pelle pulita assorbe più facilmente ed efficacemente la crema.

Come applicare la crema anticellulite:

  • su gambe e braccia con movimenti verso l’alto per aiutare il ritorno del sangue;
  • sull’addome con movimenti circolari in senso orario per seguire la direzione del tratto intestinale.

Ecco due semplici accorgimenti per potenziare gli effetti della crema per la cellulite:

  1. Scrub: effettuare uno scrub o un peeling della pelle, con prodotti specifici o con un guanto di crine, per eliminare le cellule morte e permettere al trattamento di penetrare con più facilità.
  2. Automassaggio: applicare la crema scelta con un massaggio per aiutare i principi attivi a essere più efficaci.

Altro trattamento che possiamo fare a casa sono i fanghi.

Tutti i fanghi sono costituiti da 3 parti:

  1. Solida (solitamente argilla)
  2. Attiva (un principio anticellulite)
  3. Liquida (in genere acque termali ricche di sostanze utili al benessere della pelle).

Così costituiti, i fanghi, hanno una forte azione mirata per contrastare gli inestetismi della cellulite, la pelle a buccia d’arancia e le adiposità localizzate.

Per quale principio funzionano? Hanno la capacità di cedere all’epidermide i principi attivi che contengono, ma allo stesso tempo di assorbire le tossine presenti in eccesso.

Come per la crema, anche prima di applicare il fango è buona regola farsi una doccia calda per preparare al meglio la pelle. Il fango dovrà essere applicato solo nella zona interessata (fianchi, cosce, addome, gambe) e le parti ricoperte di fango dovranno essere avvolte con della pellicola alimentare.

Il tempo di posa va dai 20 ai 40 minuti. Successivamente il fango dovrà essere eliminato con una doccia tiepida. Applicare quindi la crema anticellulite come d’abitudine.

Per trattare, invece, comodamente a casa l’odioso inestetismo collaterale della cellulite, cioè la ritenzione idrica, possiamo utilizzare i bendaggi salini: sono bende imbevute di sostanze drenanti che attirano verso l’esterno i liquidi trattenuti nei tessuti e che permettono quindi di perdere i liquidi in eccesso.

Come ultimo consiglio ricorda sempre che non bisogna avere fretta: i risultati migliori si ottengono con pazienza e costanza.

Come scegliere la crema anticellulite da utilizzare a casa?

Sul mercato esistono tantissime creme anticellulite e non è facile decidere quale acquistare. Ecco dei consigli che ti potrebbero essere utili:

Leggi l’inci, cioè l’elenco degli ingredienti. Una buona crema anticellulite deve contenere sostanze che favoriscono la circolazione sanguigna: l’impiego sulla pelle di queste sostanze permette lo scioglimento degli accumuli di grasso nello strato sottocutaneo.

Deve contenere, inoltre, contemporaneamente ingredienti dalle proprietà rassodanti, drenanti o stimolanti ed elasticizzanti.

Gli ingredienti della crema anticellulite

Ecco un elenco di ingredienti che ti aiuterà nella scelta della crema. Controlla che siano presenti nella formula della crema che sceglierai di utilizzare:

  • Caffeina: proprietà sgonfianti e drenanti.
  • Vitamina C: fondamentale per la sintesi del collagene e ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.
  • Estratti di ginkgo biloba: dall’estratto delle foglie di questa pianta si ricava un fitocomplesso ricchissimo di proprietà benefiche sul sistema circolatorio.
  • Centella asiatica: rafforza le pareti dei vasi sanguigni, rendendoli più elastici e aiutando, di conseguenza, la circolazione periferica. Utilissima per prevenire il gonfiore e la pesantezza alle gambe e alle caviglie.
  • Betulla: utile per combattere la ritenzione idrica, poiché permette di eliminare i liquidi in eccesso.
  • Olio di mandorle: per un effetto idratante e nutriente.

Crema a effetto caldo o a effetto freddo

Le sostanze presenti nella crema possono generare una sensazione di calore, quindi favorire al massimo la circolazione e avere un’azione lipolitica molto marcata, oppure di freddo, e avere un effetto di vasocostrizione.

Crema tradizionale o biologica

Dopo aver consultato l’elenco degli ingredienti, assicurati di scegliere una crema anticellulite con certificazione biologica. Una crema con certificazione biologica, rispetto a una crema tradizionale, è generalmente più ricca di sostanze vegetali o biologiche che realmente agiscono sulle cause della cellulite.

Perché scegliere una crema per il trattamento della cellulite con bava di lumaca?

La bava di lumaca ha innumerevoli proprietà e è un vero elisir di bellezza per la pelle. Contiene diversi principi attivi, risultati particolarmente utili al mondo cosmetico per la preparazione di creme, sieri e gel per viso, corpo, collo e décolleté.

Vediamo nello specifico i più importanti principi attivi contenuti nella bava di lumaca:

  1. Allantoina. Rigeneratrice degli strati epidermici, nutriente e protettiva.
  2. Collagene. Agisce come idratante e ammorbidente. Rende la pelle tonica e morbida.
  3. Acido glicolico. L’acido glicolico presente nella bava di lumaca stimola la produzione di collagene e dell’elastina nel derma e promuove il rinnovamento dell’epidermide. Ha inoltre un’azione esfoliante, perfetta per rinnovare la pelle e renderla più luminosa e compatta.
  4. Elastina. Proteina caratteristica della pelle, a cui garantisce elasticità.
  5. Mucopolisaccaridi. Garantiscono una corretta idratazione della pelle e sostengono i tessuti.

Vediamo ora nel dettaglio le azioni che svolge la bava di lumaca contenuta nei prodotti cosmetici:

  • Idratante: grazie alla presenza dei mucopolisaccaridi;
  • Curativa: l’effetto combinato di allantoina, vitamine e collagene stimola i processi rigenerativi dei tessuti;
  • Lenitiva: la presenza dell’allantoina aiuta nella prevenzione e nella riduzione degli arrossamenti o abrasioni della pelle dovuti all’insolazione e al freddo;
  • Purificante: l’acido glicolico e i peptidi impediscono l’accumulo delle impurità sulla pelle e contribuiscono a eliminarle;
  • Esfoliante: l’acido glicolico presente nella bava di lumaca permette un delicato peeling dello strato superficiale della pelle, la riduzione di macchie cutanee e la prevenzione della formazione di smagliature su seno e corpo;
  • Rigenerante: l’allantoina stimola la produzione di elastina e delle fibre di collagene, che consentono quindi di riparare i tessuti e levigare le rughe.
  • Nutriente: elastina e collagene donano elasticità ai tessuti.

Una crema anticellulite che presenti nell’elenco dei suoi ingredienti un’elevata percentuale di bava di lumaca ha quindi una marcia in più: grazie a essa la pelle risulterà più idratata, nutrita e levigata.

Non si tratterà più di utilizzare una crema anticellulite, ma di utilizzare un vero trattamento di bellezza per le vostre gambe.

La crema biologica anticellulite

Tra le varie creme contro gli inestetismi della cellulite che troviamo in commercio, Lipocream Bio di è una crema biologica (certificata AIAB) con bava di lumaca estratta a mano.

Lipocream Bio è una crema caratterizzata da un effetto riscaldante che potenzierà la sinergia dei 10 principi attivi in essa contenuti, stimolando la microcircolazione e riducendo gli inestetismi di una pelle con cellulite.

Vediamo nello specifico i 10 attivi presenti in questa crema:

  1. Bava di lumaca: azione protettiva, filmogena;
  2. Olio di camelia bio: aiuta l’elasticità della pelle, idrata e migliora la carnagione;
  3. Alga bruna: combatte l’adipe localizzato;
  4. Olio di mandorle: azione nutriente ed elasticizzante;
  5. Estratto di betulla bio: previene e corregge la perdita di fibre elastiche e stimola la crescita di nuovo collagene. Ha inoltre proprietà lenitive e idratanti;
  6. Olio essenziale di limone: proprietà decongestionanti;
  7. Estratto di salice bio: azione calmante e lenitiva;
  8. Olio di rosa mosqueta: stimola la ricostruzione della pelle e migliora i livelli di umidità e collagene;
  9. Caffeina: stimola la microcircolazione;
  10. Olio essenziale di verbena: olio con proprietà antisettiche ed emollienti.

Questa crema è 100% italiana e la bava di lumaca che contiene è ottenuta con estrazione manuale senza alcun danno per le lumache, grazie ad un procedimento naturale e non invasivo. Inoltre è adatta a tutti i tipi di pelle e dermatologicamente testata e nichel tested.

Cellulite: i dubbi e le domande più frequenti

  • Le creme possono aiutare a sconfiggere la cellulite? La cellulite si sconfigge con una sinergia di trattamenti e accorgimenti. Sicuramente una buona crema anticellulite è un valido aiuto per trattare questo inestetismo.
  • La cellulite aumenta con l’esposizione al sole? Il sole non aumenta la cellulite. Stare però molte ore sulla sdraio può aumentare la disidratazione e quindi la ritenzione idrica, che può influire negativamente sulla cellulite. Inoltre ricordiamoci sempre che il sole non “asciuga” la cellulite.
  • Un corretto stile di vita aiuta la riduzione della cellulite? Certo, è il primo alleato contro gli inestetismi della cellulite. Bevi molta acqua, mangia frutta, verdura e fibre. Evita il sale e i grassi. Evita fumo e alcol. Fai attività fisica in modo costante. Un corretto stile di vita inizia da tutti questi accorgimenti.
  • Esiste una cura definitiva per eliminare la cellulite? Non esiste una cura definitiva per la cellulite perché è un inestetismo che tende a ripresentarsi durante la vita. I primi stadi della cellulite sono completamente reversibili se trattati in maniera adeguata e tempestivamente. Per la cellulite in stadi più avanzati i miglioramenti possono esserci, ma quasi mai si elimina la cellulite al 100%.
  • Come si può prevenire o curare la cellulite durante la gravidanza? Durante la gravidanza e l’allattamento è sconsigliato utilizzare prodotti anticellulite. Si consiglia di seguire una dieta sana, ricca di acqua, frutta, verdura e fibre. Evitare la sedentarietà e utilizzare delle calze a compressione graduata per aiutare la circolazione sanguigna.
  • Perché la cellulite colpisce più le donne degli uomini?I motivi sono due:
    1. la differenza nella distribuzione e nella struttura del tessuto adiposo. Nella donna il grasso si sviluppa più in superficie e quindi gli accumuli risultano più evidenti; nell’uomo invece il grasso si sviluppa verso lo strato muscolare e risulta meno evidente.
    2. mancanza negli uomini di progesterone ed estrogeni, gli ormoni femminili che guidano l’accumulo dell’adipe in alcune zone del corpo piuttosto che in altre: glutei e fianchi in particolare.
  • Ho la cellulite perché sono in sovrappeso? No. Anche le donne magre possono avere la cellulite, a volte persino più evidente di quella che può avere una donna con qualche chilo di troppo. La cellulite infatti non è causata dal sovrappeso.
  • La cellulite compare solo dopo i 30 anni? No. La cellulite può fare la sua comparsa anche in età giovanissima, molto prima dei 30 anni.
  • I vestiti causano la cellulite? I vestiti molto stretti indossati per un tempo molto lungo possono peggiorare il microcircolo e di conseguenza peggiorare la cellulite. Inoltre, un vestito molto stretto può mettere in evidenza le “imperfezioni” della pelle dovute alla cellulite.
  • L’abbronzatura riduce la cellulite? L’effetto “gambe abbronzate” rende la pelle delle gambe più liscia e omogenea, ma non può nulla sulla cellulite.
  • Lo stress può favorire la cellulite? In modo indiretto sì. Lo stress porta spesso a una vita frenetica che non ci lascia il tempo per dedicarci al benessere del nostro corpo, inoltre ci conduce verso una scorretta alimentazione che influisce negativamente sulla cellulite.
Spedizione gratuita
4.8333333333333 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.6666666666667 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8064516129032 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8421052631579 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8064516129032 su 5
22,90

Spedizione gratuita
4.8235294117647 su 5
22,90

Spedizione gratuita
4.8157894736842 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.625 su 5
22,90