Viewing posts categorised under: News Bava di Lumaca
Trent’anni: quale crema viso utilizzare?

Trent’anni: quale crema viso utilizzare?

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Il tempo vola, ma la bellezza può essere preservata

Gli anni passano velocemente, ed è piuttosto comune vedere i segni del tempo che scorre e lascia tracce su viso e corpo: per questo motivo è importante prendersi cura del proprio aspetto fin da giovani, per non rischiare di arrivare troppo tardi o impreparati ad una presa di coscienza che fa parte del naturale percorso della vita. Si invecchia, ma se da un lato si tratta di una realtà che deve essere accettata, dall’altro lato oggi si può fare moltissimo per preservare a lungo la propria bellezza, e per curare una pelle magari trascurata nel corso della vita.

Iniziare ad utilizzare delle buone creme viso in giovane età, meglio se del tutto naturali e prive di siliconi, è il primo passo per garantire alla pelle un futuro radioso; si tratta di cominciare intorno ai venticinque anni, quando la pelle è ancora giovane e ha una buona produzione di collagene, in questa fase della vita si privilegiano prodotti idratanti e si può iniziare ad usare una crema antirughe, proprio per evitarne la formazione negli anni a venire. Prevenire è fondamentale, ed essere costanti nell’utilizzo scrupoloso dei prodotti lo è altrettanto.

È importante utilizzare delle creme viso di ottima qualità, possibilmente con ingredienti naturali

Avvicinarsi alla cosmesi naturale vuol dire privilegiare un prodotto che sia sano, certificato e sottoposto ad attenti controlli di qualità, capace di garantire una performance migliore di altre creme viso in commercio e sempre rispettoso dell’ambiente.

Oggi sono molto conosciute ed apprezzate, ad esempio, le qualità delle creme alla bava di lumaca: sono prodotti di alta qualità che sempre più spesso vengono scelti da chi ha a cuore il proprio aspetto fisico. La bava di lumaca è l’opzione ottimale se si è intorno ai trenta anni e si inizia a voler prendersi cura del proprio aspetto con una crema viso sana, che garantisce ottimi risultati.

I prodotti Nuvò Cosmetic, 100 % Made in Italy, utilizzano questo prezioso muco secreto dalla lumaca e ricco di collagene, allantoina, acido glicolico, elastina e mucopolisaccaridi: un cocktail speciale che infonde alla pelle forza, idratazione e turgore. Questa tipologia di crema rafforza l’epidermide e conferisce un aspetto sano e tonico, luminoso e liftato: costituisce dunque un prezioso alleato per la lotta ai segni del tempo. Decidere di optare per una scelta naturale, e scoprire prodotti nuovi ed innovativi, significa dare una chance alla propria salute e alla propria giovinezza.

Sul nostro sito, inoltre, trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze specifiche non è mai stato tanto semplice. È sufficiente recarsi sulla pagina web dedicata e immettendo informazioni quali età, tipo di pelle e problematiche che si vogliono contrastare.

L’importanza di variare spesso la routine di bellezza

Nella personale routine dedicata alla bellezza è molto importante cambiare spesso la crema e il siero: il rischio di usare sempre lo stesso prodotto che si giudica magari soddisfacente è infatti quello di far abituare la pelle a quei principi attivi che alla lunga non avranno più effetto, o ne avranno di meno. Usare invece creme a rotazione, che siano sempre però adatte al tipo di pelle e alle specifiche esigenze, vuol dire stimolare la pelle continuamente e abituarla sempre a nuove combinazioni di principi attivi.

L’amore per la bellezza e la salute prevedono poi, oltre ad una scrupolosa routine di bellezza, anche una dieta sana e una corretta idratazione: non serve a molto acquistare creme antirughe costose se non si decide di attuare un cambiamento che parte da dentro, e da una corretta alimentazione.

I benefici delle creme viso per una giovinezza senza tempo

Invecchiare è un fatto fisiologico, invecchiare bene invece richiede un investimento di tempo ed energie. A trent’anni si è senz’altro ancora giovani, ma è necessario prendersi cura di se stessi ogni giorno con estrema costanza, per mantenere nel tempo i risultati ottenuti e senza vanificarli.

Queste creme di ultima generazione, naturali e ricavate senza sfruttare gli animali, hanno tantissime proprietà fondamentali per la bellezza: idratano e leniscono la pelle, ne prevengono gli arrossamenti e ne garantiscono la tonicità, regalano luminosità e un aspetto fresco e riposato; sono un vero toccasana per quanti hanno a cuore la propria salute ed inseguono il sogno di una giovinezza senza tempo.

 

read more
Acido ialuronico: l’alternativa naturale al Botox

Acido ialuronico: l’alternativa naturale al Botox

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Creme e sieri utilizzati in sinergia per contrastare lo scorrere del tempo!

Non è facile vivere in una società che ci vuole sani e soprattutto belli fisicamente, sempre prestanti e giovani ad ogni costo; le aspettative sono sempre più alte e l’accettazione di se stessi è spesso un traguardo difficile da raggiungere. Avere il desiderio, più che legittimo, di restare in forma il più a lungo possibile e di non lasciarsi andare, dimostrando meno anni di quelli che effettivamente si hanno è un desiderio naturale, un obiettivo facilmente raggiungibile con i tanti mezzi che oggi si hanno a disposizione per prendersi cura di sé. 

Il mercato è infatti pieno di creme, sieri, concentrati per il viso, cocktail di vitamine e spray di bellezza che aiutano lungo il difficile cammino della conquista di un viso sano e giovanile. È importante scegliere di affidarsi a creme efficaci ed innovative, cambiando di tanto in tanto i prodotti che vengono utilizzati, per permettere alla pelle di provare nuovi principi attivi e non farla abituare a formule usate per diverso tempo.  

È sconsigliato invece decidere di effettuare iniezioni di sostanze che possono stravolgere completamente l’aspetto, o nella migliore delle ipotesi, indurire i lineamenti togliendo espressività al volto.

La giovinezza eterna è una chimera!

Accettato il fatto che non si può restare giovani in eterno, si può e si deve adottare un regime di vita che prevede l’utilizzo costante, mattina e sera, di prodotti specifici per la pelle, per aiutarla nel corso degli anni a mantenere un aspetto in salute e il più possibile sano.  

Una valida alternativa al botox è costituita da creme contenenti acido ialuronico, oppure da prodotti effetto lifting al collagene o alla bava di lumaca, come quelli Nuvò Cosmetic: un botox naturale infinitamente migliore, e sicuro, a cui affidarsi.  

Tantissime persone, anche molto giovani, chiedono interventi di chirurgia estetica e cercano facili soluzioni ai problemi di invecchiamento della pelle del viso, per ottenere risultati veloci ma che spesso si rivelano illusioni, a discapito a volte della salute stessa. Molto meglio affidarsi a soluzioni naturali e poco invasive, specialmente in giovane età.

Essere naturalmente belli, giovani e dall’aspetto sano è possibile

I prodotti Nuvò Cosmetic, di ultima generazione e a base di bava di lumaca Aspersa Muller, sono testati e sottoposti a controlli rigorosi e la loro efficacia è provata: aiutano la pelle a combattere lo stress ossidativo, a stimolare la produzione di collagene e a mantenere la cute giovane negli anni.  

Concedersi una coccola di bellezza la mattina e la sera è preferibile all’affrontare costose sedute di chirurgia estetica, rischiando di compromettere la salute. Alternative valide e vincenti da provare esistono, è sufficiente testare con fiducia le creme che oggi la moderna scienza permette di creare, e che si trovano in commercio in negozi e E-Commerce specializzati.

Giovinezza: basta una pelle sana e curata 

Formule performanti in grado di donare turgore, ridensificare, aiutare a prevenire l’invecchiamento della pelle e la perdita di tono; le creme alla bava di lumaca di Nuvò Cosmetic portano un risultato immediato rendendo la pelle luminosa e compatta. 

Dormire bene e almeno otto ore per notte, bere tanta acqua e curare l’alimentazione, utilizzare le giuste creme viso e i sieri più adatti sono tutte tecniche infallibili per fermare l’orologio biologico o almeno rallentarne l’inesorabile cammino. Fortunatamente, sempre più spesso, si sceglie di sottoporsi a trattamenti estetici che privilegiano l’uso di sostanze naturali e prodotti testati, creme che sono infusi di principi attivi privi di siliconi, prodotti che rappresentano un vero e proprio momento di coccola da concedersi per ricaricarsi, oltre che per cercare di regalarsi una giovinezza senza limiti.  

read more
Inverno in arrivo: coccoliamo la nostra pelle!

Inverno in arrivo: coccoliamo la nostra pelle!

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Pelle in inverno: alcuni problemi comuni

L’arrivo della stagione invernale rappresenta un grande problema per le donne, che con il freddo si ritrovano a lottare contro problemi ed inestetismi cutanei come la pelle secca, le screpolature e i geloni. Nel periodo invernale, infatti, le basse temperature, il vento e spesso anche l’inquinamento contribuiscono a diminuire lo strato di lipidi presente sulla pelle in primavera, in estate e in autunno, causando secchezza, arrossamento ed irritazione con prurito.

Questi problemi, se non tenuti in debita considerazione, possono portare a conseguenze più serie in termini di tonicità e luminosità della pelle, come ad esempio la comparsa di rughe precoci e cedimenti; in altri casi invece questi problemi possono provocare dolore, come avviene per le dermatiti, gli eritemi e i geloni.

Consigli per proteggere la pelle durante l’inverno

Quali accorgimenti si possono quindi adottare per schermare la pelle dal freddo durante l’inverno? Il primo consiglio può sembrare ovvio, ma viene spesso sottovalutato: coprirsi bene. Indossare indumenti adatti a contrastare vento e freddo e adottare il sistema a “cipolla” è senza dubbio un metodo valido per proteggere la pelle. Per quanto riguarda la pelle del viso, in particolare, ci si può aiutare anche utilizzando accessori come i cappelli e le sciarpe, che pur non coprendo integralmente il volto aiutano a creare calore.

Lavare troppo spesso il viso in inverno risulta controproducente, soprattutto nel caso di pelli grasse e miste, perché il lavaggio contribuisce ad eliminare i lipidi che garantiscono un adeguato livello di idratazione dell’epidermide. È dunque consigliabile limitare i lavaggi al mattino e alla sera, in concomitanza con le operazioni di routine di pulizia del viso, e possibilmente utilizzando saponi e detergenti delicati.

Anche i prodotti aggressivi e l’utilizzo eccessivo di scrub ad effetto esfoliante possono essere deleteri per la pelle. Per offrire una maggiore protezione alla pelle del viso è infine possibile ricorrere all’uso di alcune maschere idratanti, da applicare fino a due volte alla settimana, oppure a sieri e creme lenitive ricche di poligliceroli o polietileglicoli. Questi elementi aiutano a trattenere l’acqua negli strati più profondi della pelle e a mantenerla così tonica, morbida ed elastica.

I prodotti a base di bava di lumaca per la pelle in inverno

I prodotti a base di bava di lumaca di Nuvò Cosmetic rappresentano un valido aiuto per preservare la pelle del viso dal freddo invernale. Ogni crema per il viso contiene una serie di principi attivi, come la bava di Aspersa Müller, il collagene, l’elastina e l’olio di jojoba, dalle proprietà idratanti e lenitive.

Alla crema, da applicare due volte al giorno, può essere abbinato anche uno specifico siero alla bava di lumaca arricchito con vitamina E antiossidante, allantoina, acido glicolico e proteine naturali, al fine di aumentarne il potere protettivo. Sia le creme che il siero contengono un alto quantitativo di mucopolisaccaridi, responsabili del deposito di una vera e propria pellicola sulla pelle del viso. Alla protezione contro i rigori del freddo i prodotti del marchio combinano una potente azione antiossidante volta a mantenere la pelle giovane e luminosa, contrastando gli inestetismi tipici dell’avanzare dell’età, come le rughe e le macchie della pelle.

read more
Crema alla bava di lumaca: la guida definitiva alla scelta

Crema alla bava di lumaca: la guida definitiva alla scelta

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Crema alla bava di lumaca: la tua guida per la scelta migliore

 La bava di lumaca viene utilizzata nei cosmetici da circa 10-15 anni quindi solo ultimamente sono state scoperte le sue qualità cosmetiche, ma la sua scoperta risale agli inizi del ’700, grazie al farmacista André Quevauviller. Conoscendo il nostro tipo di pelle e grazie alla grande offerta attuale possiamo scegliere la crema migliore per noi.

Crema alla bava di lumaca per pelle secca

La pelle è definita secca quando tende a disidratarsi facilmente. Dopo la detersione “tira”, soprattutto in seguito al contatto con l’acqua. La cute secca è visibilmente arida poco luminosa.

Per questa tipologia di pelle cercheremo una crema alla bava di lumaca che contenga una concentrazione intorno al 50-60% combinata ad oli che possano dare un’idratazione aggiuntiva, come ad esempio burro di karitè, olio di jojoba e collagene.

Si consiglia di eseguire sul proprio viso, quando possibile, un’accurata pulizia quotidiana, seguita da eventuali prodotti tonificanti (come ad esempio la bava di lumaca pura). La pelle secca risulta spesso ruvida e con la brutta sensazione di pelle che tira: è quindi essenziale ricercare creme abbastanza grasse.

Crema alla bava di lumaca per pelle grassa

La pelle grassa è caratterizzata da un aspetto lucido e spento in età avanzata: solitamente presenta meno rughe, ma è caratterizzata da foruncoli, arrossamenti, pori dilatati, punti neri e, più in generale, pelle impura. Presenta un film idrolipidico che ostacola la traspirazione.

Per questa tipologia di pelle cercheremo una crema alla bava di lumaca che eviti che il nostro viso appaia lucido e unto: l’ideale è una crema con una concentrazione di bava superiore e una quantità di oli attivi inferiore. All’aumentare della percentuale di bava di lumaca, segue un aumento dell’effetto filmogeno e tensore che in una pelle secca significa un eccessivo effetto “tensore”, ma risulta invece perfetto per una pelle grassa, sempre alla ricerca di creme a rapido assorbimento che non ungano.

Crema alla bava di lumaca contro acne, dermatite e couperose

In questo caso siamo alla ricerca di una crema che abbia delle caratteristiche un po’ di diverse. Stiamo cercando una crema adatta a pelli giovani, spesso impure e tendenzialmente più grasse (caratteristiche tipiche in fase adolescenziale).

La scelta migliore ricadrà su una crema viso che contenga bava di lumaca in alta concentrazione combinata ad aloe o vitamina B5 per aumentare il potere lenitivo e calmante del prodotto.

 La couperose è una lesione della pelle che interessa principalmente volto, guance, zigomi e naso: provoca chiazze rosse, conseguenza della dilatazione dei capillari sanguigni. In questo caso si dovrà scegliere una crema alla bava di lumaca con, in aggiunta, vite rossa. I polifenoli contenuti al suo interno pare contengano spiccate qualità antiinfiammatorie, ed aumenterebbero la resistenza capillare. Altro attivo utile è l’estratto di alghe rosse, che promuove il rinnovamento cellulare, lenisce e riduce il rossore.

Crema alla bava di lumaca contro le smagliature

Le smagliature, nel linguaggio comune, sono delle linee bianche che si presentano principalmente nella zona del ventre dopo la gravidanza, ma possono interessare anche gambe e braccia. Si formano a causa di una modifica strutturale delle fibre di collagene ed elastina, che non sono più ben “organizzate”: la matrice appare meno compatta e questo provoca la comparsa delle famose “strisce bianche”.

 Per questo particolare inestetismo le creme alla bava di lumaca possono venirci in aiuto: acido glicolico, elastina e collagene naturalmente presenti al suo interno, grazie al loro potere esfoliante e ristrutturante, sono in grado di eliminare le cellule morte e le impurità. Aiutando il naturale rinnovamento cellulare, provocano un naturale peeling che può aiutare contro le smagliature.

Crema alla bava di lumaca contorno occhi

Il contorno occhi deve essere sempre curato attentamente perché è una zona molto delicata, nella quale le reazioni di irritazione e sensibilizzazione sono più frequenti. È una delle prime zone in cui compaiono le rughe chiamate “zampe di gallina”.

La crema alla bava di lumaca può aiutare, grazie all’effetto tensore e alle sue capacità lenitive, a rendere il contorno occhi più luminoso e meno irritato. Il prodotto che viene scelto deve essere estremamente delicato e ipoallergenico, per questo è sempre bene verificare che sia “dermatologicamente testato”.

Bisogna sempre stare attenti a quali trucchi utilizziamo. Spesso le sensazioni di allergia, arrossamenti o gonfiori, sono dovuti all’impiego di trucchi come le matite colorate, gli ombretti e i mascara che, dopo essere stati aperti e usati la prima volta, rimangono inutilizzati per lungo tempo, dando la possibilità ai batteri di proliferare.

Le proprietà dei prodotti con bava di lumaca

Scegliere la giusta crema viso alla bava di lumaca è diventato molto difficile. Negli ultimi anni molte case cosmetiche si sono lanciate nella creazione di linee cosmetiche contenenti questo prezioso principio attivo.

  • Antirughe: grazie ai mucopolisaccaridi contenuti al suo interno garantisce una azione filmogena in grado di appianare e levigare il viso contro i segni del tempo. L’invecchiamento comporta un rallentamento dell’attività circolatoria del derma: da un lato abbiamo una riduzione dell’apporto di sostanza nutritive alle cellule epidermiche, dall’altro una maggiore permanenza delle “scorie” nel tessuto cutaneo. La crema alla bava di lumaca può aiutarci grazie alla naturale presenza contemporanea di molti principi attivi utili contro l’invecchiamento cutaneo.
  • Idratante: contiene collagene ed elastina, principi attivi che caratterizzano l’epidermide, con spiccate proprietà idratanti, elasticizzanti in grado di agire in profondità. Il collagene è la proteina fondamentale e principale componente strutturale della matrice extracellulare del derma. L’elastina è, invece, una proteina della pelle con spiccate qualità elasticizzanti.
  • Calmante, lenitiva: l’allantoina naturalmente presente all’interno della bava è in grado di attenuare le imperfezioni della pelle quali acne, foruncoli e arrossamenti.

Illuminante, effetto peeling: grazie all’acido glicolico e alla sua capacità di eliminare le cellule morte, possiamo accelerare il ciclo naturale di sostituzione cellulare. Questo porta il nostro viso ad essere più luminoso ed a ridurre le impurità presenti.

Quale produttore scegliere?

È meglio far ricadere la propria scelta su un produttore che certifica i prodotti con relativi test di efficacia e, magari, 100% Made in Italy. Cercare di evitare prodotti che contengono siliconi, petrolati o profumazioni con allergeni.

 

 

 

 

read more
Come eliminare le occhiaie: 5 rimedi naturali

Come eliminare le occhiaie: 5 rimedi naturali

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Occhiaie: cosa sono e perché si formano

Sono numerose le donne che ogni giorno cercano di combattere il problema delle occhiaie, quelle antiestetiche ombre scure, talvolta accompagnate da gonfiore, che si formano nella zona del contorno occhi e, in particolare, sotto le palpebre inferiori. Per attenuare questo inestetismo la maggior parte delle persone ricorre a fondotinta, correttore e cipria, ma spesso questi metodi non sono sufficienti.

A causare le occhiaie è una serie di fattori che dipendono sia dalla genetica che dallo stile di vita e alimentare. Queste ombre scure possono infatti essere a dovute ad una tonalità di pelle molto chiara, oppure possono essere ricondotte al passare degli anni, durante i quali la pelle della zona occhi tende ad assottigliarsi e quindi a rendere più evidenti i vasi sanguigni. Altri fattori che concorrono alla formazione delle occhiaie includono poi la mancanza di adeguato riposo, la ritenzione idrica e la disidratazione, oppure patologie e problematiche come l’anemia o le allergie.

Cinque rimedi naturali per le occhiaie

La cura delle occhiaie deve essere il risultato di un’azione combinata comprendente sia rimedi naturali che prodotti specifici: solo in questo modo è possibile minimizzare o addirittura risolvere il problema. Tra i rimedi naturali per le occhiaie è possibile individuarne cinque davvero essenziali, come l’aumento delle ore di sonno, un’adeguata idratazione, l’assunzione di alimenti ricchi di vitamina C, l’utilizzo di prodotti che combattono il ristagno dei liquidi e l’impiego di patch ed impacchi da applicare sugli occhi.

La prima regola è dunque quella di riposare a sufficienza, almeno otto ore a notte, cercando di andare a letto prima delle undici di sera per permettere a tutto l’organismo di rigenerarsi già nelle prime ore di sonno. Anche bere molta acqua risulta utile, perché aiuta a mantenere idratata la pelle favorendone l’elasticità e la luminosità. Per rinforzare i capillari della zona occhi è necessario integrare la vitamina C nella propria dieta attraverso l’assunzione di alimenti quali l’arancia, il limone, la fragola, il peperone, il kiwi, la carota, il pomodoro e la lattuga.

Per combattere il ristagno dei liquidi e favorire dunque la circolazione nella zona occhi infine è possibile ricorrere ad una serie di patch ed impacchi da applicare sugli occhi, utilizzando alimenti ed ingredienti facili da reperire e in linea di massima presenti in ogni abitazione. Tra questi è possibile annoverare il o la camomilla, anche in bustine, e i cetrioli e le patate tagliate a fette sottili.

Un aiuto per le occhiaie dalla cosmetica

Un ultimo aiuto nella lotta alle occhiaie arriva ovviamente dall’industria cosmetica. Un esempio è la crema per il contorno occhi a base di bava di lumaca di Nuvò Cosmetic. La bava di lumaca contenuta nella crema è ricca di elementi come l’acido glicolico, l’elastina, il collagene e l’acido ialuronico micronizzato a tre pesi molecolari, ed è arricchita da ingredienti innovativi quali l’Omega 6 e 9, il collagene marino, l’olio di oliva e soya, le germe di grano, la vitamina E, l’olio di Argan e l’estratto di Acmella. Tutti questi elementi hanno un’efficacia comprovata nel trattamento della zona occhi.

 

read more
Skincare: come adattarla alle stagioni più fredde?

Skincare: come adattarla alle stagioni più fredde?

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Come trattare la pelle in estate

Con l’arrivo dell’estate è necessario modificare la propria routine di bellezza per prepararsi all’esposizione al sole e al cambiamento climatico. In estate infatti, complici il calore e la tendenza a sudare molto, è necessario ricorrere a prodotti più leggeri rispetto a quelli utilizzati durante la stagione invernale, al fine di evitare di sovraccaricare la pelle ed otturare i pori portando alla comparsa di spiacevoli inestetismi.

Tra i prodotti più idonei per il periodo estivo più utilizzati dalle donne è possibile trovare l’acqua micellare, leggera e lenitiva, adatta alla detersione quotidiana della pelle anche al posto del latte detergente. Altri prodotti molto utilizzati sono le creme per il viso da giorno con fattore di protezione alto contro i raggi UV e le creme da notte. È soprattutto la crema da notte a dover essere cambiata durante il periodo estivo: al posto di un prodotto ristrutturante e nutriente, durante l’estate è meglio ricorrere ad un prodotto leggero e rinfrescante.

Come trattare la pelle in inverno

L’inverno è senza dubbio una delle stagioni più rigide per la pelle femminile, che può presentare problemi come secchezza ed arrossamenti. In inverno, complice la bassa temperatura, la pelle tende a produrre una minor quantità di sebo rispetto all’estate e quindi ad essere meno idratata e protetta.

Per assicurare alla pelle la protezione necessaria a difendersi dal clima rigido in inverno è necessario ricorrere a creme ricche di sostanze nutritive ed oli vegetali. Anche per quanto riguarda la routine di pulizia, più prodotti idratanti si utilizzano, maggiori sono la cura e la protezione che vengono assicurate alla pelle. È il caso quindi di tornare ad utilizzare il latte detergente, oltre a specifici prodotti per esfoliare la pelle ed eliminare eventuali cellule morte ed impurità. Proprio per la delicatezza della pelle nel periodo invernale è essenziale che i prodotti per lo scrub siano estremamente leggeri e non aggressivi per evitare di eliminare lo strato grasso della pelle che fa da scudo contro il freddo.

La bava di lumaca per la pelle in ogni stagione

Un prodotto in grado di curare la pelle in ogni stagione, grazie alla sua estrema delicatezza, è la bava di lumaca: un ingrediente che svolge una molteplicità di funzioni benefiche sulla pelle del viso e, in generale, di tutto il corpo.

Nella maggior parte dei casi queste tipologie di creme sono arricchite con una serie di elementi aggiuntivi che aiutano a svolgere un’azione a 360°, come ad esempio l’acido ialuronico, il burro di mango, l’olio di Argan, il collagene marino e le vitamine C ed E. Ognuno di questi ingredienti apporta dei vantaggi, che includono elasticità, idratazione e luminosità. La versatilità di questi elementi li rendono adatti ad ogni tipo di pelle, da quella secca a quella grassa passando per quella mista.

Uno degli effetti principali della bava estratta dalle lumache, in particolare dall’Aspersa Müller, è proprio l’azione benefica sulla pelle di qualunque età, da quelle più giovani, che ne giovano in elasticità e idratazione, a quelle più mature. Le pelli più mature infatti traggono benefici importanti come l’azione contro le rughe, le macchie della pelle e in generale tutti i segni del tempo.

 

read more
Gli oli essenziali puri: proprietà, come e dove usarli

Gli oli essenziali puri: proprietà, come e dove usarli

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

1)     Definizione

L’olio essenziale puro viene estratto dai vegetali e rappresenta la parte odorosa e volatile della pianta. Può essere estratto da:

  • scorza (arancio, limone);
  • legno (cedro, sandalo);
  • foglie (menta, cannella);
  • fiori (zagara, camomilla).

2)     Perché nelle piante sono presenti gli oli essenziali?

Le piante utilizzano gli oli essenziali come protezione dall’ambiente, come strumento di attrazione per gli insetti, come antibiotico naturale e per tenere lontani possibili predatori.

3)     Proprietà principali degli oli essenziali

  • Antiinfiammatorie: camomilla, lavanda, salvia sclarea;
  • Sedative: maggiorana;
  • Cicatrizzanti: geranio rosa, elicriso, lavanda;
  • Digestivi: menta piperita, chiodi di garofano, cardamomo.
  • Stimolante: canfora.

4)     Da dove vengono estratti gli oli essenziali

Gli oli essenziali vengono estratti da diverse parti specifiche della pianta. Possono provenire, ad esempio, dalla foglia, dalla corteccia o dalla scorza del frutto; a seconda della parte dalla quale viene effettuata l’estrazione, si avranno oli essenziali e proprietà differenti. Questo significa che al momento dell’acquisto bisognerebbe sapere da quale parte della pianta deriva l’olio essenziale che stiamo comprando.

5)     Gli oli essenziali come antibiotici e non solo

Gli oli essenziali possono essere utilizzati come antibiotici, sempre sotto la supervisione del proprio medico. A differenza degli antibiotici, sembra che essi non perdano la loro efficacia nel tempo: significa che il corpo reagisce sempre agli oli essenziali al contrario degli antibiotici, con i quali può essere necessario un aumento della dose per avere lo stesso effetto.

Gli oli essenziali hanno anche proprietà antivirali e la loro azione può aiutare a prevenire l’insorgenza e lo sviluppo di infezioni. Gli oli essenziali sono efficaci per via orale in concentrazioni molto basse.

Possono essere utilizzati inoltre come disinfettanti per ambienti, come ad esempio un ufficio o la propria abitazione.

6)     Come vengono estratti

Esistono principalmente 3 modi per estrarre un olio essenziale puro.

Distillazione: È il metodo utilizzato per la maggiore perché più tollerato delle piante. Questo procedimento consiste nello spruzzare vapore sulla pianta: nel passare il vapore trattiene le proprietà della pianta racchiudendo l’olio. In seguito, questo vapore viene fatto raffreddare e, nel raffreddarsi, l’acqua torna nella sua fase liquida. L’olio viene a galla dissociandosi dal vapore per poi essere raccolto tramite decantazione. Il tempo di distillazione varia in base al tipo di pianta.

Spremitura: La pianta viene spremuta e da lì raccolto l’olio essenziale. Da questo tipo di estrazione derivano ad esempio gli estratti dalla scorza degli agrumi e le cosiddette “essenze”.

Estrazione per solvente: si scioglie l’essenza in un solvente volatile (non acquoso).  Questo procedimento si utilizza in profumeria e non è a scopo terapeutico.

7)     Oli essenziali nei cosmetici

Vediamo ora un elenco di alcuni dei principali oli essenziali utilizzati in campo cosmetico, le loro proprietà e le vere azioni che possono avere sulla nostra pelle:

Olio di Jojoba: forse uno degli oli più utilizzati per le sue proprietà antiacneiche ed anti-età. È consigliato per pelli grasse e miste.

Rosa Mosqueta: ricco di principi attivi anti-età, è indicato per la prevenzione e il trattamento delle rughe.

Olio di Vinaccioli: è forse uno dei migliori oli anti-età. Ricchissimo di polifenoli, viene utilizzato sia per i capelli che per la pelle.

Olio di Oliva: un ottimo olio da utilizzare come emolliente. Unica pecca: è comedogenico se usato in grande quantità.

Olio di Calendula: raccomandato per pelli particolarmente sensibili, con couperose e irritate, favorisce la rigenerazione del derma danneggiato.

8)     Azione degli oli essenziali nei capelli grassi, secchi o spenti

I capelli sono da sempre un argomento molto delicato che ci interessa praticamente tutti.

A seconda del tipo di capello, sono differenti gli oli essenziali che possiamo utilizzare per cercare di risolvere alcuni problemi che riguardano capelli grassi, secchi o spenti.

Scopriamoli insieme:

  • Capello grasso: il cuoio capelluto produce sebo in eccesso per diversi motivi (inquinamento, mancata pulizia, problemi ormonali). Possiamo acquistare in questo caso prodotti che contengono limone e cedro dell’Atlante.
  • Capelli secchi: il cuoio capelluto non è in grado di produrre in questo caso sufficiente sebo e patisce maggiormente le aggressioni dell’ambiente esterno come clima, fumo e prodotti aggressivi. In questo caso possiamo utilizzare uno shampoo con aloe, rosmarino, timo o lavanda.
  • Capelli spenti: capelli spenti, fragili e che cadono facilmente. Cercare in questo caso prodotti che contengano rosmarino, timo, limone. I capelli spenti non amano la piscina per l’eccesso di cloro, il casco, l’inquinamento e il sole.
read more
Cellule staminali: funzionano davvero?

Cellule staminali: funzionano davvero?

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Cosa sono le cellule staminali?

Si parla di staminali riferendosi a unità biologiche essenzialmente non specializzate, cellule per così dire primitive, strutturalmente dotate di tutte le componenti essenziali ma non di quelle specifiche che ne caratterizzano una determinata tipologia. Ecco che perciò tali entità, attraverso il differenziamento, possiedono letteralmente la capacità di diventare qualsiasi tipo di cellula dell’organismo e sono dotate perciò di estrema duttilità. Per questo motivo da anni vengono portati avanti molteplici filoni di ricerca i cui studi sono tesi alla comprensione delle loro potenzialità, soprattutto per quanto riguarda la cura di specifiche patologie.

Tali particolari cellule vengono prelevate da diverse strutture corporee, come il midollo osseo, il sangue, la placenta, alcuni tessuti adiposi, il sacco amniotico e la polpa dentale. Ad oggi sono tanti i genitori che ad esempio decidono di conservare il cordone ombelicale del proprio figlio in vista di un possibile futuro utilizzo delle cellule staminali in esso contenute. Tuttavia, ad oggi la normativa in merito è piuttosto severa e le staminali impiegate in cosmetica provengono solamente da organismi vegetali.

Come agiscono sulla pelle?

Le staminali si caratterizzano per due particolari proprietà: la pluripotenza, ossia la capacità di differenziarsi in vari tipi cellulari a seconda degli stimoli ricevuti dall’esterno, e l’autorinnovamento.

Tutto ciò è possibile poiché, tramite un preciso quanto affascinante iter replicativo, le cellule di questo tipo riescono al tempo stesso a mantenere alcuni strati tissutali in uno stato primitivo, mandando altri verso l’inevitabile differenziamento.

Come detto, oltre ad essere presenti nel corpo umano, le staminali si trovano anche nei vegetali e proprio queste vengono utilizzate in campo cosmetico per contrastare l’invecchiamento cutaneo. Vengono definite da molti esperti del settore come “cellule rock” estremamente attive a livello biologico ed in grado di portare ad un evidente processo di rinnovamento. Estratte in primis da una determinata tipologia di mela svizzera, ad oggi vengono ricavate ad esempio anche da alghe, ciliegie, stelle alpine e diversi altri tipi vegetali.

Effetto finale sull’epidermide

Le creme realizzate facendo uso di queste particolari cellule indifferenziate consentono perciò alla pelle di mantenere pressoché inalterata la propria luminosità e giovinezza, conferendo agli strati superficiali della cute un aspetto estremamente idratato e levigato. Tra gli effetti più evidenti è possibile notare una profonda idratazione, ottime quindi per pelli secche e miste, già dopo poche applicazioni, ed una evidente azione antiossidante, per contrastare i segni del tempo. Questo grazie all’interazione tra staminali vegetali e cellule della pelle, come i fibroblasti.
Remedial, la crema Nuvò che unisce le staminali all’incredibile potere dell’acido ialuronico

Nuvò Cosmetic ha messo a punto Remedial Cream, un prodotto viso anti-age estremamente innovativo, la cui formula unisce alle proprietà dell’acido ialuronico quelle delle staminali ricavate dalla mela svizzera Uttwiler Spätlauber, assieme alla presenza di vitamine F ed E.

L’acido ialuronico contenuto all’interno di questa crema in ben 3 pesi molecolari, ed è in grado di favorire l’attivazione del collagene, elemento fondamentale quando si parla di invecchiamento della pelle. L’utilizzo di Remedial Cream è consigliato a tutti, giovani e meno giovani, poiché oltre a contrastare i segni del tempo è ideale anche per rendere setoso il proprio viso.

Chi prova Remedial, inoltre, avverte immediatamente una profonda idratazione e benessere, poiché l’acido ialuronico è in grado di agire su più strati ed il suo impiego non presenta nessuna controindicazione.

read more
Bava di Lumaca: come usarla per la cura dei capelli

Bava di Lumaca: come usarla per la cura dei capelli

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

La bava di lumaca può essere usata come ingrediente attivo nella cura dei capelli grazie alle sue proprietà ricostituenti e curative che la rendono un ingrediente poliedrico. Sempre più aziende cosmetiche e tricologiche ne stanno sperimentando l’utilizzo nelle loro formulazioni. La bava di lumaca non è dannosa per il capello, né lo rende unto e appiccicoso. Al contrario il capello, dopo il trattamento, diventerà lucente e forte.

In quali prodotti per capelli possiamo trovare la bava di lumaca?

Balsamo e Maschera

Balsamo e maschera sono i prodotti dove viene impiegata maggiormente. Possiamo trovare in commercio prodotti che racchiudono le azioni combinate di entrambi.

La bava di lumaca unita con altri attivi come la cheratina e gli oli essenziali ha la capacità di districare, illuminare e rendere vellutati e soffici i capelli. La bava di lumaca viene utilizzata principalmente nelle maschere che solitamente devono essere lasciate qualche minuto in posa sul capello umido, dopo lo shampoo. Questo tempo di posa consente ai principi attivi di agire e di lavorare in sinergia.

Posso utilizzare i prodotti con regolarità?

Assolutamente sì. Solitamente viene consigliato l’utilizzo della maschera 2-3 volte alla settimana, a seconda del tipo di capello e della formulazione nello specifico del prodotto. Sono cosmetici ottimi per chiome sfibrate da sole, mare, cloro, vento o dall’eccessivo utilizzo di tinte. Il risultato, nel caso di un prodotto di qualità, sarà una chioma rigenerata e soffice.

Quanto è importante la dieta per la nostra chioma?

Oltre alla bava di lumaca e all’utilizzo di prodotti per capelli, è importante seguire uno stile di vita sano, mangiando alimenti ricchi di proteine (uova, formaggi e carne).

Il nostro capello è costituito principalmente da proteine solide, grassi ed acqua, quindi è di fondamentale importanza evitare diete troppo restrittive perché i capelli potrebbero andare incontro a doppie punte, diradamento e caduta.

Quali sono quindi gli alimenti importanti per evitare i capelli sfibrati e la caduta precoce?

  • Antiossidanti: arancia, limone, kiwi, spinaci. Rafforzano i capelli e stimolano la ricrescita;
  • Fibra insolubile: riso, avena, frumento. Aiutano l’ossigenazione del capello;
  • Proteine: carne, uova, fagioli. Nutrono e danno volume;
  • Oligoelementi: mandorle, cacao, asparagi, molluschi. Proteggono dalle irritazioni;
  • Acqua: sono consigliati 8-10 bicchieri al giorno di acqua per idratare correttamente il capello;
  • Omega 3: noci, salmone, sardine. Combattono la secchezza cutanea;

Scelta del prodotto giusto per il nostro capello

Sono davvero molti i prodotti in commercio per la cura dei capelli, alcuni dei quali possono provocare reazioni allergiche, rossori e pruriti. Possiamo però, analizzando gli ingredienti e leggendo l’etichetta, evitare quelli che potrebbero essere allergenici.

  • Alcohol (quando è uno dei primi quattro ingredienti della lista)
  • Ammonium lauryl sulfate
  • Diethanolamine (Dea)
  • Formaldehyde
  • Lanolin
  • Mineral oil
  • Parabens (methylparaben, propylparaben)
  • Petroleum
  • Polyethelyne glycol (anche chiamato PEG/polyethelyne, o polyoxyethelyne)
  • Propylene glycol
  • Sodium chloride
  • Sodium laureth sulfate
  • Sodium lauryl sulfate (Sls)
  • Synthetic colors (spesso FD&C o D&C seguito da un colore e un numero)
  • Triethanolamine (Tea)
read more
Gelato alla Bava di Lumaca: la nuova invenzione della pasticceria!

Gelato alla Bava di Lumaca: la nuova invenzione della pasticceria!

News Bava di Lumaca | 0 comments | by Nuvò Cosmetic

Quando il genio si cimenta nella pasticceria

La cucina e la pasticceria sono quelle arti in cui il genio la fa da padrone e spesso stravolge le regole di un ordine costituito già consolidato. E chi ne possiede in quantità superiori alla norma riesce a rivalutare ogni punto fermo nell’immaginario collettivo di un’intera cultura. Anche quella del gelato, come anticipato qualche giorno fa da Deejay.it.

Questa volta, i maestri gelatieri di Charming Italian Chefs, nella persona di Alessandro Racca – già docente della Carpigiani Gelato University – sono andati ben oltre le delizie del palato o le proprietà nutritive di una loro invenzione culinaria. Grazie ad una sensibilità non indifferente alle tematiche relative alla salute e al benessere e ad un’intuizione da veri geni, il Gotha della gelateria italiana ha prodotto un gelato alla fragola in cui, tra gli ingredienti, vi è la bava di lumaca al posto dell’acqua.

Una ricetta inconsueta ed innovativa che non ha termini di paragone nella storia recente della pasticceria di alto livello. Grazie a questa invenzione, tutti gli effetti benefici di un prodotto naturale al cento per cento possono essere assunti semplicemente gustandosi un gelato. Coppetta o cono? Saranno proprio i più piccoli a decidere come pensare alla loro salute.

Un dessert dalle qualità incomparabili

Viste le caratteristiche emulsionanti e stabilizzanti, la prova palato è stata superata a pieni voti, anche se i margini di miglioramento nella qualità del prodotto sono ancora molti e lasciano immaginare una varietà di gusti di ogni genere.

Ma ciò che più conta in questa piacevole vicenda è che, da ora in poi, i pazienti oncologici pediatrici potranno curare i disturbi dell’apparato digerente con il gusto di gelato che più preferiscono. Ancora una volta, in un campo assolutamente inedito ed inesplorato, la bava di lumaca ha dimostrato tutte le sue qualità nutritive, in questa occasione per una categoria di fruitori che ha bisogno di tutto il dolce della vita per continuare a contrastare la sua patologia. La causa è nobile e, più che il successo ottenuto, ha gratificato tutti coloro che hanno partecipato al progetto. La loro fantasia creativa è già in moto per il prossimo evento.

Nella nuova edizione dell’incontro internazionale di Elicicoltura, verranno presentati i nuovi gusti e le nuove consistenze scaturite dallo studio di alcune caratteristiche fisiche e chimiche del prodotto. Un prodotto grazie al quale, per molte persone, mangiare un gelato sarà un piacere doppio.

La materia prima

La bava di lumaca utilizzata da Nuvò Cosmetic per la produzione di creme e sieri è prelevata manualmente, con una metodologia non invasiva che non procura alcuno stress alla lumaca. Successivamente la bava viene microfiltrata e trattata con l’ozono, garantendo la totale sterilizzazione. In questo modo il prodotto rimane esente da cariche batteriche, può essere conservato a lungo e vengono rese disponibili le sue sostanze nutritive e curative come le vitamine A, C ed E, i peptidi, l’acido glicolico, il collagene, i mucopolisaccaridi e l’allantoina. Tutte sostanze salutari che a breve saranno disponibili anche in gelateria.

 

Photo Credits

Instagram: Gelato Leonardo

read more

Prodotti alla Bava di Lumaca

ACQUISTA QUI

La perfezione naturale senza tempo
Direttamente a casa tua
In un click

Prodotti alla Bava di Lumaca
ACQUISTA QUI