Smagliature: cosa sono, cause e rimedi per eliminarle

Le smagliature sono una sorta di cicatrici, che appaiono come delle lunghe e strette striature sulla pelle e possono verificarsi su varie parti del corpo. Appaiono quando la pelle si allunga o si restringe rapidamente, provocando così la rottura del collagene e dell’elastina.

Anche se la nostra pelle è elastica e molto flessibile, tuttavia raggiunge un punto in cui non può più allungarsi senza causare quelle cicatrici che chiamiamo smagliature.

Tipi di smagliature

Prima di parlare della prevenzione e dei trattamenti per eliminarle, è bene scoprire quali tipologie di smagliature si formano sulla nostra pelle. In genere le smagliature sono classificate in 2 categorie:

  1. Smagliature rosse: rappresentano uno stadio iniziale e sono provocate da un eccessivo allungamento del derma. Le fibre di collagene diventano più dense e si adattano alla nuova conformazione, mentre l’elastina inizia a cedere. Si formano così delle striature di colore rosa o rosso o anche violaceo, prima sottili, ma che col tempo possono aumentare in lunghezza e larghezza e dare anche prurito o gonfiori.
  2. Smagliature bianche: sono una fase avanzata, in cui le cicatrici appaiono più sbiadite, anche di colore bianco o argenteo e dalle forme irregolari, somigliando quasi a delle rughe.

Le smagliature da gravidanza

Si riconoscono anche delle smagliature dovute alla gravidanza (causate dall’ingrossamento dell’utero), che compaiono in genere intorno al 6° o al 7° mese sull’addome, sul seno e sulle cosce, talvolta anche nell’area lombare, sui fianchi, sui glutei e sulla parte superiore delle braccia.

La perdita o l’indebolimento delle fibre di elastina è attribuita anche al cambiamento fisico e ormonale durante la gravidanza. Le smagliature hanno in questo caso un allineamento parallelo e non perpendicolare. Le smagliature da gravidanza tendono a scomparire entro un anno o 2 dal parto, anche se non sempre.

Dove si formano le smagliature?

Quali sono le aree del nostro corpo in cui appaiono le smagliature? Di seguito una lista delle zone del nostro corpo in cui si formano più di frequente le smagliature:

  • Smagliature sul seno: possono essere causate da vari fattori. In pubertà i cambiamenti ormonali possono provocare una rapida crescita del tessuto mammario, che porta a un conseguente allungamento e al diradamento della pelle, creando smagliature. Lo stesso discorso vale per la gravidanza, come detto in precedenza.
  • Smagliature sulla pancia: oltre a essere provocate dalla gravidanza, le smagliature sulla parte addominale sono dovute anche a una rapida perdita di peso. La pelle, in questo caso, non riesce ad adattarsi in tempo alla nuova conformazione e si creano le smagliature.
  • Smagliature sulle cosce e sulle gambe: si possono verificare sia per un aumento del peso (o per una repentina perdita di peso dovuta alla dieta) sia per determinati esercizi fisici che aumentano il volume dei muscoli delle cosce. Anche la gravidanza è una delle cause delle smagliature sulle cosce.
  • Smagliature sulla schiena: sono dovute sia alla pubertà (crescita rapida) sia da esercizi fisici come il sollevamento di pesi. Di nuovo, anche la gravidanza rientra nelle cause delle smagliature sulla schiena.
  • Smagliature sui glutei: sono vari i fattori che portano alla formazione di smagliature in queste aree, fra cui pubertà, gravidanza, ma anche obesità, formazione anomala di collagene e fattori ereditari.

Perché si formano le smagliature?

Prima della formazione delle smagliature è possibile notare dei sintomi: la pelle appare sottile e rosata, si può avvertire prurito o irritazione. Inizialmente appaiono delle striature rugose, anche di colore rosso (ma dipende dal tipo di pelle), che col tempo sbiadiscono diventando di un colore biancastro o argenteo.

Ma quali sono le cause più comuni della formazione delle smagliature?

  • Gravidanza: un’alta percentuale di donne in gravidanza manifesta smagliature, che durano anche dopo il parto.
  • Pubertà: in questa fase si assiste a una rapida crescita del corpo, che comporta inevitabilmente un allungamento della pelle in varie aree.
  • Malattie: particolari condizioni mediche possono causare smagliature, come la sindrome di Marfan (che porta a una riduzione dell’elastina del tessuto cutaneo) e la sindrome di Cushing (che porta a un veloce aumento di peso e alla fragilità della pelle).
  • Obesità o esercizio fisico estremo: entrambe le condizioni implicano un rapido aumento del peso e del volume di alcune zone del corpo.
  • Dieta: questa condizione ha l’effetto contrario, una rapida diminuzione di peso e di volume di alcune zone del corpo non permette alla pelle di adattarsi alla riduzione di volume.
  • Corticosteroidi: l’uso prolungato di creme e lozioni corticosteroidi può ridurre i livelli di collagene nella pelle.

Come prevenire la formazione delle smagliature

È possibile prevenire le smagliature? Abbiamo visto come alcuni fattori e condizioni fisiche naturali (crescita e gravidanza) possano provocare le smagliature in determinate zone del corpo, tuttavia ci sono abitudini e comportamenti da adottare che riducono il rischio di smagliature.

  • Dieta ed esercizio fisico sotto controllo: hai letto come l’obesità e anche un duro allenamento in palestra portano a un aumento innaturale del volume muscolare. È quindi opportuno gestire il proprio peso con una dieta sana e non esagerare con l’esercizio fisico.
  • Idratazione: bere molta acqua aiuta a mantenere la pelle ben idrata e morbida. Le smagliature sono provocate anche dalla secchezza della pelle.
  • Esercizio fisico: un corretto esercizio fisico migliora la circolazione e mantiene elastica la pelle.

L’alimentazione corretta per prevenire le smagliature

È anche grazie a una dieta sana che è possibile prevenire le smagliature, che sono causate anche dalla mancanza di apporti nutritivi di alcune aree del corpo. Una corretta alimentazione dovrebbe includere cibi ricchi di:

  • Vitamina C: è un importante nutriente per il collagene, che mantiene la pelle elastica e forte e aiuta a ridurre anche la formazione di rughe. La vitamina C si trova nella frutta (agrumi) e anche in molte verdure.
  • Vitamina D: mantenere livelli sani di questa vitamina riduce il rischio di smagliature. Si assume con il pane, i cereali e i latticini (latte e yogurt).
  • Zinco: riduce l’infiammazione della pelle e aiuta a mantenerla sana. Cibi ricchi di zinco sono il pesce e le noci.
  • Proteine: riducono la formazione di rughe e smagliature. Sono contenute nelle carni bianche, ma anche nelle uova e nei frutti di mare.

Prevenire le smagliature in gravidanza

Generalmente compaiono al 6° o al 7° mese di gravidanza, l’aumento di volume dell’utero porti a un allungamento rapido della pelle. Collagene ed elastina si allungano e si spezzano, a causa della pressione dovuta all’aumento di peso, provocando quindi smagliature intorno all’addome, ma anche su fianchi e seno.

È possibile prevenire la formazione di smagliature durante la gravidanza? Ecco 2 consigli che puoi seguire:

  • Primo trimestre: inizia ad idratare la pelle nelle zone in cui è più frequente la formazione di smagliature (pancia, seno, fianchi). L’idratazione aiuta a mantenere la pelle elastica, che più facilmente potrà adattarsi al nuovo, crescente volume. Tieni anche sotto controllo il tuo peso con una dieta equilibrata.
  • Secondo trimestre: se inizi a vedere striature rosate, è ancora possibile eliminarle con della crema per smagliature, grazie a un’applicazione quotidiana e costante.

Rimedi e creme per le smagliature

Esistono quindi dei rimedi efficaci per rimuovere le smagliature dalla pelle? La prevenzione e una buona alimentazione affiancata da un normale esercizio fisico sono ovviamente alla base della lotta contro le smagliature.

Tuttavia ormai sappiamo che eventi naturali come la gravidanza e la pubertà possono causare la formazione di smagliature. Cosa fare, dunque, quando compaiono?

Possiamo usare due tipi di rimedi contro le smagliature: trattamenti come il laser e il peeling chimico e rimedi naturali, come creme e oli.

Rimedi per smagliature con laser e peeling chimico

I trattamenti con il laser e il peeling chimico sono rimedi costosi per la rimozione delle smagliature.

Terapia laser contro le smagliature: è un metodo non invasivo, rapido e semplice per rimuovere con impulsi laser le smagliature. Elimina il rossore, levigando le striature e dando alla pelle un aspetto migliore e più sano. Dà risultati di lunga durata.

La terapia laser usa una luce ultravioletta ad alta energia che interrompe i legami molecolari dei tessuti cutanei (questo processo si chiama ablazione). In poche parole il laser rimuove la pelle sulle smagliature. Al termine della terapia sull’area trattata si formeranno nuovi strati di pelle sana.

Terapia con peeling chimico contro le smagliature: questo trattamento prevede l’applicazione di una soluzione acida per bruciare gli strati superficiali della pelle interessata dalle smagliature. Vengono quindi rimosse le cellule morte e danneggiate della pelle, favorendo così la rigenerazione di un nuovo strato di pelle.

Esistono 3 tipi di peeling chimico contro le smagliature:

  1. Peeling all’acido alfa-idrossi, che brucia lo strato superficiale della pelle.
  2. Peeling all’acido glicolico, più aggressivo, che brucia gli strati superficiali e centrali della pelle.
  3. Peeling al fenolo, che agisce più in profondità e richiede quindi un solo trattamento.

Rimedi per smagliature con attivi naturali importanti

Crema per smagliature alla bava di lumaca: contiene l’elastina, che è una proteina del tessuto connettivo della pelle. Contiene inoltre anche un buon numero di attivi, come l’allantoina, che aiutano a rigenerare le cellule della pelle.

La crema alla bava di lumaca, agendo in profondità, stimola anche la produzione di proteine, utili al ripristino della flessibilità della pelle. La presenza, inoltre, di acido glicolico nella bava di lumaca favorisce la rimozione delle cellule morte, svolgendo così un’azione di peeling naturale.

Oli essenziali contro le smagliature: questi oli, come l’olio di mandorle, l’olio di argan e di rosa canina, si sono rivelati efficaci per la prevenzione e la riduzione delle smagliature.

  • Olio di mandorle: contiene una buona quantità di acidi grassi, zinco e vitamine, che stimolano la guarigione della fibra cutanea danneggiata, migliorando anche il tono della pelle. I suoi nutrienti rendono la pelle flessibile, migliorandone la struttura stessa.
  • Olio di argan: se applicato localmente, o anche consumato, migliora l’elasticità della pelle.
  • Olio di rosa canina: è distillato dai semi dei fiori della rosa canina. L’olio è facilmente assorbito dalla pelle e fornisce elementi lenitivi e protettivi come la vitamina C e gli acidi grassi, che stimolano la produzione di collagene e hanno effetti rigenerativi sulla pelle.

È fondamentale usare una sinergia di attivi per ottenere buoni risultati contro le smagliature.

Quando usare la crema per le smagliature?

Per avere effetti di miglioramento sulla pelle occorrono costanza e pazienza. I risultati non saranno visibili già dal giorno successivo al primo trattamento. Se le smagliature sono apparse almeno da un anno, sarà più difficile eliminarle, quindi è bene innanzitutto effettuare controlli periodici per poterle prevenire e agire in tempo.

L’applicazione delle creme contro le smagliature dà i primi risultati ottimali dopo 60 giorni di utilizzo.

Spedizione gratuita
4.9230769230769 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8064516129032 su 5
22,90

Spedizione gratuita
4.8245614035088 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8333333333333 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.3333333333333 su 5
22,90