Vitamina A

Cos’è la vitamina A

La vitamina A è detta anche retinolo e appartiene a quelle cosiddette liposolubili. La sostanza si scioglie, quindi, a contatto con i grassi o sostanze oleose, ma non in presenza di acqua.
Il corpo riesce a produrla autonomamente, ma si può anche assumere attraverso integratori e cibi che le contengono, come la frutta e la verdura molto colorate (pomodori, carote, peperoni, ecc).
L’assorbimento della vitamina A avviene principalmente attraverso il fegato grazie a dei precursori detti carotenoidi, che derivano appunto dai già citati cibi.

Il fegato, dunque, assorbe la vitamina A e la rilascia nel momento in cui l’organismo ne ha bisogno. Insieme alla vitamina A o retinolo, sono disponibili anche sostanze affini indispensabili al buon funzionamento del nostro organismo e sono detti retinoidi.
La scienza ne ha catalogati più di 1500.
Come è noto l’organismo umano non può fare a meno delle vitamine, quindi assumere regolarmente retinolo consente di mantenere uno stato di salute ottimale, ma anche di agire positivamente sull’aspetto estetico, di cui la stessa sostanza è un’alleata fondamentale.

Le proprietà della vitamina A

La vitamina A è preposta a molte delle funzioni organiche e al buon funzionamento di diversi e importanti organi.
Il primo di questi sono gli occhi e la vista, tanto che non a caso una parte di questi si chiama retina, per assonanza al nome della vitamina.
La sua funzione è relativa alla ricezione e rifrangenza della luce, fornendo una visuale ottimale. La vitamina A è anche necessaria al buon funzionamento delle ghiandole surrenali, quindi in egual misura all’eliminazione delle scorie prodotte naturalmente dall’organismo. Proprio gli scarti organici che non vengono debitamente smaltiti provocano sia patologie che inestetismi, come nel caso della cellulite e della formazione delle smagliature.
La cellulite si forma a partire da un ristagno di liquidi combinato con una cattiva circolazione del sangue e della linfa. Liberare i tessuti da queste sostanze “stagnanti” permette di recuperare sia una circolazione ottimale che un aspetto gradevole.
Le proprietà della vitamina A si estendono anche all’azione antiossidante per quanto riguarda il processo degenerativo delle cellule. Ne rallenta il deterioramento naturale ed è considerata anche un efficace antitumorale, con funzione preventiva di alcune forme specifiche.
La sua azione si concretizza nella difesa delle membrane cellulari che vengono attaccate sia dagli agenti inquinanti che dal fumo di sigaretta attivo e passivo.
Le nostre ossa, i denti e i capelli non sarebbero in buona salute se non ci fosse un buon apporto di vitamina A e di retinoidi, che consentono un sintesi ottimale del calcio e delle componenti che li rendono resistenti al passare del tempo.
La vitamina A previene anche la formazione della carie, l’osteoporosi ed è impiegata contro l’alopecia e la prevenzione della calvizie.

A livello estetico l’azione della vitamina A agisce direttamente sulla pelle, innescando un processo effettivamente rigenerante.
Con l’associazione di una sostanza naturale come l’elastina e il collagene può agire spostando in un certo senso le lancette indietro nel tempo.
Il risultato che si può apprezzare, infatti, è quello di una riattivazione della produzione di queste importanti sostanze, esattamente come avviene in giovane età.
Non a caso la vitamina A o retinolo sono tra i principali ingredienti dei prodotti cosmetici più efficaci per un effetto antiage.
La pelle torna ad assere polposa, più elastica e il risultato si può osservare sul cambiamento delle rughe.
I solchi che si formano nel tempo vengono incredibilmente appianati, riempiti e levigati, per ottenere di nuovo un viso tonico, con il recupero dell’ovale e quindi la cancellazione del tipico prolasso cutaneo che si ripercuote anche sul collo.

Applicazioni della vitamina A

Uno dei cosmetici a base di vitamina A più apprezzati e che ha letteralmente rivoluzionato i metodi per riparare i segni del tempo è la bava di lumaca.
Contiene altre sostanze quale l’allantoina, l’acido glicolico e la vitamina E, e si presenta come la soluzione non solo per le rughe, ma anche per le cicatrici, per le smagliature di recente formazione, per la cellulite e per i segni lasciati dall’esposizione ai raggi solari.
La vitamina A aggiunta a un prodotto tanto efficace e applicata per penetrare attraverso la pelle è un vero toccasana.
Il suo contenuto presente nella bava di lumaca riesce anche a eliminare le macchie che si creano nel tempo e a schiarire la pelle, per renderla omogenea come non mai.
Riguardo alle cicatrici ha lo stesso effetto delle rughe, che vengono letteralmente spianate. In particolare possono essere eliminati segni lasciati dall’acne, dal morbillo o dalla rosolia, ma anche piccoli segni a seguito di traumi.
Un altro effetto sorprendente è quello che permette di trattare le smagliature con una vera e propria rigenerazione dello strato superiore della pelle.
Le smagliature si originano da una dilatazione della cute a seguito di un dimagrimento o di un aumento di peso repentino. Se vengono trattate nei primi periodi in cui sono comparse, cioè quando ancora il colore appare rosaceo, è possibile ripristinare e recuperare il tratto di pelle che ha subito la dilatazione.
Si tratta di un effetto rivoluzionario su un inestetismo al quale prima bisognava rassegnarsi senza poter agire in alcun modo per eliminarlo.
L’applicazione della bava di lumaca in crema a base di vitamina A va effettuata semplicemente con un massaggio delicato, che sia circolare e che duri fino al completo assorbimento.
Per i capelli, invece, è sufficiente fare degli impacchi e tenere in posa il tempo necessario perché penetri efficacemente su tutta la lunghezza.