Elastina

Cosa è l’Elastina

L’elastina è una proteina della pelle, principalmente composta da alcuni amminoacidi come la glicina, la valina, l’alanina e la prolina, prodotta dai fibroblasti del derma, cioè cellule che si trovano nello strato intermedio della pelle, tra l’epidermide (la parte esterna) e l’ipoderma (la parte più profonda).

I fibroblasti hanno quindi il compito preciso di produrre collagene ed elastina, che servono proprio a mantenere la pelle elastica e compatta. L’elastina rappresenta circa il 2% del peso del derma e viene prodotta come molecola semplice che, unendosi ad altre molecole o a polimeri, forma un reticolo tridimensionale, che conferisce alla cute la tipica elasticità. I fibroplasti, numerosissimi in giovane età, col passare del tempo diminuiscono, ed è per questo che, con gli anni, la pelle invecchia, perde elasticità e vengono le rughe. L’elastina quindi, garantisce alla pelle l’elasticità necessaria per sopportare le tipiche tensioni meccaniche e deformazioni, a cui la pelle è sottoposta nel corso di una vita, facendola tornare sempre allo stato originale. Questa capacità di allungarsi e contrarsi, senza che la pelle si danneggi, è però possibile solo entro certi limiti, infatti, a causa di traumi, aumento di peso eccessivo e conseguente perdita di peso, si producono le tipiche smagliature, o dette scientificamente “atrofie dermo-epidermiche a strie”. Queste ultime sono delle vere e proprie cicatrici della pelle, dovute alla rottura dei reticoli tridimensionali elastici. Come accennato in precedenza, l’altro nemico giurato dell’elastina è l’invecchiamento, in quanto la velocità di ricambio delle proteine di elastina è piuttosto bassa. Infatti essa viene prodotta sino ai vent’anni, dopo di che la sostituzione dell’elastina danneggiata rallenta, sino a non avvenire più. Per poter contrastare e rallentare questo processo naturale, si possono adottare diverse strategie che vanno dall’adozione di uno stile di vita che preservi l’elastina, a un regime alimentare e nutrizionale che ne rallenti la degradazione e ne favorisca la sintesi, sino a trattamenti cosmetici che la proteggano e ne prolunghino la vita.

Proprietà dell’Elastina

Per poter quindi prevenire la naturale degradazione di elastina presente nel derma, le strategie da adottare sono la prevenzione, l’assunzione di integratori alimentari di sostanze “amiche” dell’elastina e l’utilizzo di sostanze cosmetiche, tra cui le più recenti a base di bava di lumache. Per prevenire la degradazione occorre adottare uno stile di vita che eviti alla pelle l’esposizione o l’assunzione di elementi nemici dell’elastina. In primo luogo bisogna proteggersi dai raggi UVA che attivano, già dopo pochi minuti di esposizione al sole, un processo chimico che degrada le proteine del derma. Tale processo chimico è simile a quello prodotto nel nostro organismo dai radicali liberi, che sono i primi responsabili del processo di invecchiamento dell’organismo e anche della pelle.

I radicali liberi sono il risultato naturale del processo di ossidazione che caratterizza il ciclo di vita di ogni essere vivente, e l’organismo già dispone degli anti ossidanti per poterne contrastare gli effetti. Ma quando la loro produzione aumenta, a causa di stili di vita non corretti quali: fumo, alcol, assunzione di farmaci, dieta ricca di grassi, esposizione eccessiva al sole, forte attività sportiva ed esposizione ad aria inquinata, gli antiossidanti prodotti naturalmente dall’organismo, non bastano più, ed occorre quindi integrarne altri, attraverso una dieta che sia ricca di tali sostanze.

Si può anche ricorrere all’integrazione alimentare di elastina, per disporre di più amminoacidi che concorrono al processo di sintesi della proteina anche se, salvo alcuni casi in cui esistono specifiche carenze degli amminoacidi che compongono l’elastina, risulta alquanto aleatorio pensare di stimolarne la produzione assumendo gli amminoacidi che la compongono.

Anche uno stile di vita che limiti di molto l’esposizione agli agenti nocivi per l’elastina, quali quelli precedentemente individuati, serve sicuramente a mantenere la pelle più giovane e più elastica più a lungo. Infine, l’elastina è stata sintetizzata come principio attivo molto utilizzato per uso cosmetico, il cui apporto, quando viene dall’esterno, contrasta il processo di invecchiamento ed il formarsi delle rughe. I prodotti che contengono elastina, rappresentano ormai un trattamento di prevenzione per pelli ancora giovani, aiutando a mantenerle elastiche e idratate per lungo tempo.

Applicazioni dell’Elastina

Le lumache, oltre al loro uso alimentare, sono in effetti considerate un piatto da veri intenditori, sono state usate sin dai tempi antichi per le proprietà che la loro bava aveva per contrastare calli, verruche ed altre piccole malattie della pelle e favorire la guarigione di cicatrici. Alcuni recenti studi scientifici, condotti sulle proprietà della bava delle lumache, hanno inoltre consentito di scoprirne gli effetti rigenerativi e riepitelizzanti, soprattutto della specie Helix Aspersa, quando applicata su tessuti cutanei danneggiati. Infatti nel corso di alcuni test scientifici, alcuni prodotti a base di bava di lumaca, hanno ottenuto la rigenerazione di tessuti danneggiati, intervenendo direttamente nel processo di produzione e preservazione dell’elastina e del collagene. In sintesi essa agevola la formazione di nuove cellule cutanee, attraverso la stimolazione dei già noti fibroblasti e la conseguente produzione di elastina, per mantenere a lungo una pelle tonica ed elastica.